Cerca

Mercoledì 20 Settembre 2017 | 02:24

Mafia - 30 arresti a Foggia

Si tratta perlopiù presunti appartenenti al clan mafioso foggiano Trisciuoglio-Prencipe, ma anche l'ex-dirigente della Mobile. Accusa: associazione per delinquere
• Quei due poliziotti insospettabili
FOGGIA - 30 ordinanze di custodia cautelare sono state emesse (e quattro non ancora eseguite) dal Gip del tribunale di Bari contro presunti appartenenti al clan mafioso foggiano Trisciuoglio-Prencipe: i destinatari sono accusati di associazione per delinquere di stampo mafioso finalizzata alle estorsioni, al traffico ed allo spaccio di stupefacenti.
L'operazione è stata condotta da agenti della squadra mobile della questura di Foggia, i quali due provvedimenti nei confronti di altrettanti poliziotti.
Uno è l'ex dirigente della squadra mobile della questura di Foggia Agostino De Paolis. Il funzionario è ora in servizio, quale primo dirigente, nella Divisione amministrativa della questura del capoluogo Dauno. De Paolis è stato posto agli arresti domiciliari per falsità ideologica. I fatti contestati fanno riferimento all'epoca in cui l'ex dirigente della squadra mobile era addetto alla Divisione anticrimine.
L'altro appartenente alla forze di polizia catturato stamane è l'ispettore della Divisione anticrimine di Foggia Pasquale Loizzo, accusato di concorso esterno in associazione mafiosa e rivelazioni del segreto di ufficio per aver rivelato - secondo la Dda - ad un appartenente al clan Trisciuoglio l'esistenza di indagini e di intercettazioni nei loro confronti. Loizzo è stato rinchiuso in carcere. Entrambi i poliziotti sono stati sospesi dal servizio.

Arrestato anche l'ex dirigente della squadra mobile, Agostino De Paolis
Il funzionario è ora in servizio, quale primo dirigente, nella Divisione amministrativa della questura del capoluogo Dauno. De Paolis è stato posto agli arresti domiciliari per falsità ideologica.
I fatti contestati fanno riferimento all'epoca in cui l'ex dirigente della squadra mobile era addetto alla Divisione anticrimine.
L'altro appartenente alla forze di polizia catturato stamane è l'ispettore della Divisione anticrimine di Foggia Pasquale Loizzo, accusato di concorso esterno in associazione mafiosa e rivelazioni del segreto di ufficio per aver rivelato - secondo la Dda - ad un appartenente al clan Trisciuoglio l'esistenza di indagini e di intercettazioni nei loro confronti. Loizzo è stato rinchiuso in carcere. Entrambi i poliziotti sono stati sospesi dal servizio.
Complessivamente le ordinanze di custodia cautelare emesse dal gip del Tribunale di Bari Chiara Civitano sono 30, quattro delle quali non sono state ancora eseguite.

Secondo la Dda di Bari, De Paolis, dopo aver subito presso la propria abitazione un furto di armi (fucili e pistole, anche da collezione), interessò due persone (l'ispettore Loizzo e una persona ritenuta vicina alla malavita) affinchè esse contattassero il presunto capoclan Federico Trisciuoglio per ottenerne la restituzione. Dopo poco tempo il dirigente di polizia ottenne le armi.
De Paolis è per questo accusato di falsità ideologica, omessa denuncia e favoreggiamento. Il fatti risalgono ad ottobre-novembre 2003.
Loizzo è invece accusato di aver frequentato la villa-bunker (sequestrata oggi) di Siponto, frazione di Manfredonia (Foggia), in cui viveva il presunto boss Federico Trisciuoglio; e di aver rivelato a presunti appartenenti al clan mafioso l'esistenza di indagini, di intercettazioni ambientali e telefoniche in atto e di aver, attraverso le sue confidenze, fatto rimuovere le due microcamere che la polizia aveva installato due giorni prima su un palo elettrico davanti al cancello d'ingresso della villa per filmare coloro che partecipavano ai summit mafiosi.
Una delle persone filmate dalle microcamere - ritiene di aver accertato la polizia - è proprio Loizzo che in qualche occasione avrebbe fatto visita a Federico Trisciuoglio nella sua villa Rosanna. Per questo episodio Loizzo è accusato di concorso esterno in associazione mafiosa.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione