Cerca

Lunedì 25 Settembre 2017 | 01:09

Velista francese muore al largo della costa leccese

Alen Vigna, 61 anni, di Lione, sarebbe stato colpito dal boma della barca e quindi, perso l'equilibrio, finito in mare scomparendo tra i flutti. Solo dopo oltre sei ore, la moglie ha raggiunto il porticciolo di Leuca ed ha potuto dare l'allarme. Ritrovato il corpo
Velista francese muore al largo della costa leccese
LECCE - E' stato recuperato poco prima di mezzogiorno dagli uomini delle motovedette impiegate nelle ricerche il cadavere del velista francese Alen Vigna.
Il corpo sarà trasportato al porticciolo di Santa Maria di Leuca a disposizione del sostituto procuratore della Repubblica di turno presso il Tribunale di Lecce.
Sono proseguite anche stamani le ricerche del 61enne di Lione, disperso da ieri, dopo essere rimasto colpito al capo dal boma della sua imbarcazione, a circa 15 miglia a sud di Leuca in acque internazionali.
L'incidente - secondo quanto ha detto ai carabinieri la moglie di Vigna, Marie Guye, di 60 anni, anch'ella di Lione, che era a bordo della barca diretta a Corfù - è avvenuto nella mattinata di ieri in acque internazionali a circa 15 miglia dalla costa. L'uomo sarebbe stato colpito dal boma e quindi, perso l' equilibrio, è finito in mare scomparendo tra i flutti.
Solo dopo oltre sei ore, la donna ha raggiunto il porticciolo di Leuca ed ha potuto dare l'allarme, in quanto non aveva telefonino e non riusciva a collegarsi con la Capitaneria. Subito dopo la donna è stata colta da malore e ricoverata nell'ospedale di Gagliano del Capo.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione