Cerca

Giovedì 23 Novembre 2017 | 10:36

Albania, muore militare italiano

Daniele D'Amicis, sergente di 26 anni, di Grottaglie (Taranto), stroncato da un aneurisma cerebrale mentre era in missione nell'isola di Saseno
Albania, muore militare italiano
GROTTAGLIE (TARANTO) - La Marina militare era la sua passione e per questo motivo si era arruolato volontario a soli 16 anni Daniele D' Amicis, il giovane sergente di 26 anni, di Grottaglie, stroncato stanotte nel sonno da un aneurisma cerebrale mentre era in missione nell' isola di Saseno, in Albania.
Ultimo di sette figli (il padre, Francesco, ex dipendente della Provincia, è pensionato mentre la madre, Gilda Del Piano, è casalinga), Daniele aveva abbracciato convinto la vita militare e si era sposato giovanissimo, cinque anni fa, quando aveva 21 anni. Dall' unione con Mary Restano, diplomata al liceo artistico ma attualmente casalinga, sono nati due bimbi, Marco, che ha cinque anni e Federica, che ne ha due.
Daniele D' Amicis in questi dieci anni vissuti in Marina aveva acquisito già un buon bagaglio di esperienza. In Albania aveva già operato in tre occasioni, e l' anno scorso era stato per due mesi a Nassiriya, in Iraq, poco prima dell' attentato del 12 novembre contro il contingente italiano.
«Era a Saseno da due mesi - racconta tra le lacrime la sorella Lilly, il cui marito è peraltro ufficiale di Marina attualmente in servizio a Bruxelles - e sarebbe dovuto tornare a casa la prossima settimana». Ma un tragico destino ha voluto che la missione di Daniele finisse lì , nell' isola di Saseno, uno dei tanti posti del mondo dove in dieci anni di servizio nella Marina militare aveva portato il suo aiuto e il suo calore alla gente che ne aveva bisogno. Un telegramma di cordoglio è stato inviato alla famiglia D' Amicis anche dal sindaco di Grottaglie, Raffaele Bagnardi, informato nella prima mattinata della tragica notizia.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400