Cerca

Giovedì 21 Settembre 2017 | 14:16

Ilva Taranto - Vertice alla Regione

Il Presidente/Commissario per l'Ambiente Fitto ottiene dal Gruppo Riva la disponibilità per interventi di riduzione della diffusione di polveri nell'ambiente
BARI - L'incontro convocato in Regione dal Presidente/Commissario per l'Ambiente Fitto sulla questione ILVA, ha rappresentato un momento importante nella definizione conclusiva dell'azione complessiva tesa a rendere compatibile la presenza dell'impianto siderurgico a Taranto. I partecipanti all'incontro, Comuni di Taranto e Statte, Provincia di Taranto e organizzazioni sindacali hanno convenuto sulla idoneità del programma di adeguamento alle BAT presentato nel mese di maggio dall'ILVA.
In aggiunta agli interventi proposti dalla società, il Presidente Fitto ha richiesto e ottenuto dal Gruppo Riva la disponibilità a realizzare ulteriori importanti interventi finalizzati alla riduzione della diffusione di polveri nell'ambiente. Tali ulteriori interventi riguardano la più volte auspicata copertura completa dei nastri trasportatori dall'area portuale (molo del 2^ e 4^ sporgente) all'area Parchi Minerali, lo spostamento e copertura di alcuni cumuli di «Olivina», materiale particolarmente leggero e pertanto più soggetto a dispersione di polveri, una più accurata e puntuale taratura dei sistemi di umidificazione dei cumuli di materiali polverulenti, nonché interventi di razionalizzazione logistica con la netta riduzione delle velocità dei mezzi di trasporto all'interno dell'area Parchi.
Il Commissario Fitto, nel richiamare il recente Accordo di Programma con il ministero dell'ambiente per l'acquisizione di 26 milioni di euro destinati il risanamento del Mar Piccolo, ha altresì confermato ed assicurato i comuni di Taranto e Statte in ordine al finanziamento regionale di 56 milioni di euro per la realizzazione di interventi di riqualificazione urbana all'intorno dello stabilimento ILVA, prevedendo altresì la possibilità di ulteriori interventi nel settore della bonifica nei territori di Taranto e Statte (insediamenti industriali dismessi ex Euro Ecology, ex Cemerad, ex Matra ed ex Magneti), e la conferma dell'intervento di completamento delle collinette esistenti a tutela del rione Tamburi. L'incontro, nel corso del quale i partecipanti hanno preso atto delle azioni in corso da parte dell'ILVA nel pieno rispetto degli impegni assunti dalla società con gli atti di intesa del 8.1.2003 e del 27.2.2004, è stato aggiornato ad un prossimo incontro conclusivo per la sottoscrizione degli ultimi puntuali impegni, in presenza di atti formali di progettazione per l'avvio concreto delle azioni programmate.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione