Cerca

Domenica 24 Settembre 2017 | 10:48

Puglia - Ed ora Tatarella accusa Fitto

Il leader di An attacca il presidente della Regione, "pupillo" di Berlusconi: «Ha fatto errori enormi». • Michele Emiliano, del centrosinistra, è il nuovo sindaco di Bari
BARI - «Se mi sento responsabile della sconfitta a Bari? No, perché? Ora non si tratta di cercare capri espiatori, ma gli errori che ha fatto Raffaele Fitto in questa campagna elettorale sono stati enormi». Salvatore Tatarella, neoeletto al parlamento europeo per An, è stato a lungo al centro della battaglia che ha visto il suo partito sostenere la sua candidatura a sindaco di Bari, in contrapposizione con Fitto, ma non pensa di essere stato la causa della sconfitta del centrodestra.
Prima diplomaticamente attribuisce ai partiti la colpa «di non essere stati in grado di arrivare adeguatamente preparati alla campagna elettorale», ma poi sbotta e si sfoga contro il presidente della Regione. «Per mesi - dice - si è discusso solo dei nomi, mentre noi di An chiedevamo che si stabilisse prima un programma e poi si scegliesse il candidato». «E poi, dobbiamo dirla tutta? È stato proprio Fitto a candidare ufficialmente Michele Emiliano quando i partiti del centrosinistra non si erano ancora espressi, c'era solo l'autocandidatura dello stesso Emiliano e Fitto lo attaccò frontalmente con una lettera pubblicata sui giornali, di fatto dandogli una investitura ufficiale».
Ma per Tatarella, gli errori di Fitto cominciano da prima, e soprattutto per «una questione di metodo» perché a fronte «di una indicazione ufficiale di An» sul nome di Tatarella, Fitto ha proposto «nell'ombra» prima Lobuono, poi Pisicchio «e poi di nuovo Lobuono dopo avere incassato il no definitivo di Francesco Divella, che non voleva candidarsi contro il cugino Vincenzo».
Per Tatarella, comunque, «ora è il momento di mettersi attorno ad un tavolo, capire gli errori commessi e impegnarsi a non ripeterli, e costruire un programma su cui lavorare per i prossimi dieci mesi per vincere le prossime elezioni».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione