Venerdì 20 Luglio 2018 | 07:08

Divella apre a Fitto: «Collaboriamo»

Il neo presidente della Provincia stuzzica il governatore pugliese («la sconfitta è sua responsabilità»), ma lo invita a lavorare insieme per il bene di Bari e della Puglia: «Quello che mi preme di più è lo sviluppo del territorio. Centrosinistra premiato perché ha scelto candidati dalla società civile»
BARI - «Certamente a livello nazionale è una sconfitta di Berlusconi e a livello locale quella della Cdl è una sconfitta del presidente della Regione Puglia, Raffaele Fitto». E' questo il commento sul voto di sabato e domenica del neo eletto alla presidenza della Provincia di Bari, l'imprenditore Vincenzo Divella, candidato per il centrosinistra. Ma sarà proprio Fitto la prima persona che Divella, con il futuro sindaco di Bari, il magistrato Michele Emiliano (che riconsegnerà la città nelle mani del centrosinistra dopo otto anni), intendono incontrare sin dalle prossime ore. «Vogliamo incontrarlo - afferma Divella - per verificare se ci sono le condizioni per collaborare fattivamente e lavorare insieme per lo sviluppo di Bari e della Puglia: questa è l'unica cosa che deve essere importante, per tutti».
Divella afferma che in cuor suo si aspettava dal voto «qualcosa di favorevole». «Ma - aggiunge - sicuramente non mi aspettavo la percentuale raggiunta» (52,8).
«Senza dubbio - continua Divella - è servito il fatto che la coalizione era veramente unita, e poi, diciamolo, mi ha aiutato molto il mio cognome conosciuto dai baresi. La scelta fatta dal centrosinistra di pescare i nomi dei candidati dalla società civile è stata premiante, insieme al fatto che siamo andati in giro con un programma condiviso da tutti, un programma concreto e reale. Siamo stati premiati». «Siamo gente abituata a lavorare. Da domani - annuncia Divella - sono già in Provincia al lavoro». «Quello che mi preme di più è lo sviluppo del territorio e per questo - rende noto Divella - creerò uno staff importante che si impegnerà per l'occupazione e il lavoro; sarà, ripeto, uno staff importante che lavorerà in collaborazione con il personale della Provincia che intendo sfruttare al massimo in termini di professionalità».
Divella afferma che da oggi terrà ben presente durante il suo lavoro alcune cose imparate durante la campagna elettorale: «Certamente - sostiene - mi sento arricchito di umanità, è stata una campagna elettorale faticossisimma ma eccitante. Ho incontrato lavoratori, persone umili, gente che non ha avuto fortuna finora nella vita ma ha tanti ideali, ideali che io intendo rispettare e concretizzare e rafforzare con un programma che avvierò subito». «La Provincia - conclude Divella - può fare grandissime cose, oltre nei settori della cultura, della formazione, dei trasporti, delle scuole, dell'ambiente, può certamente, se il presidente si dimostra uomo forte, promuovere molte iniziative, ivi compreso nel settore del lavoro».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

GDM.TV

Maxi sequestro a Lecce

Lecce, maxi sequestro di anabolizzanti: 500mila pasticche in un garage VIDEO

 
Commento fallimento Baricalcio di Fabrizio Nitti

Nitti (Gazzetta): «Troppo tardi. Evidenti colpe di chi ha gestito»

 
La sciarpata, l'inno, l'emozioneSulle note si «insegue un sogno»

La sciarpata, l'inno, l'emozione. Sulle note si «insegue un sogno»

 
Brindisi, più di 260 chili di droga nascosti in un gommone: arrestato 26enne

Brindisi, più di 260 chili di droga nascosti in un gommone: arrestato 26enne (Vd)

 
I pugliesi lo fanno meglio: ecco Roberta e il suo 'U Taràll

Roberta, 2 lauree e un sogno da giornalista: torna a Bari da Londra per fare i taralli

 
Bari, francesi cantano Marsigliese per festeggiare Coppa del Mondo

Bari, francesi cantano Marsigliese per festeggiare Coppa del Mondo Vd

 
Pio e Amedeo, l'incursione nello stadio dei Leeds: Presidente, giochiamo col Foggia?

Pio e Amedeo, l'incursione nello stadio dei Leeds: Presidente, giochiamo col Foggia?

 
Di Maio a Matera: «Via Pittella, non si gioca con la sanità»

Di Maio a Matera: «Via Pittella, non si gioca con la sanità»

 

PHOTONEWS