Cerca

Martedì 19 Settembre 2017 | 15:42

Omicidio passionale nel Barese

Rosario Cognetti, di 42 anni, precedenti penali per truffa, ucciso con un colpo di pistola al cuore davanti alla casa di una donna con cui aveva una relazione
BISCEGLIE (BARI) - Avrebbe già un nome ed un volto l'assassino di un uomo, Rosario Cognetti, di 42 anni, originario di Foggia, ucciso davanti al portone dell'abitazione della sua amante, all'interno del residence «Il nido dei gabbiani» sulla litoranea di Salsello a Bisceglie.
L'autore delitto sarebbe stato già identificato dai carabinieri della Tenenza di Bisceglie e del Nucleo operativo di Trani che sin dalle prime ore dopo il delitto avevano battuto la pista passionale: sarebbe barese, con precendenti penali, ed avrebbe avuto una relazione in passato con la stessa amante della vittima.
L'uomo dopo il delitto avrebbe fatto perdere le proprie tracce e sarebbe al momento ancora ricercato dagli investigatori che non avrebbe molti dubbi sulla sua colpevolezza.
Secondo quanto ricostruito dai carabinieri, Rosario Cognetti aveva trascorso la notte con la sua amante biscegliese quando, intorno alle cinque, è uscito dalla abitazione della donna. L'uomo non avrebbe però avuto il tempo di raggiungere la sua auto: sarebbe stato affrontato dal suo «rivale» che, dopo una probabile colluttazione, lo avrebbe freddato sparandogli con una pistola calibro 7,65. L'uomo, raggiunto al torace da alcuni proiettili, è praticamente morto sul colpo.
L'assassino, che non sarebbe di Bisceglie, è fuggito lasciando però alcune tracce.
A dare l'allarme è stata la stessa donna, richiamata fuori casa dai colpi di pistola: avrebbe riferito ai carabinieri di non avere visto nulla ma di avere solo sentito il rumore degli spari. Sul posto i militari hanno recuperato sei bossoli di pistola calibro 7,65.
In mattinata la donna è stata anche interrogata dal magistrato che coordina le indagini, il sostituto procuratore della Repubblica Ettore Cardinale, del tribunale di Trani.
A quanto si è appreso la vittima, Rosario Cognetti, 42 anni, foggiano, era sposato e padre di due figli, ed in passato aveva avuto piccoli guai con la giustizia per truffa.

Paolo Pinnelli

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione