Cerca

Venerdì 22 Settembre 2017 | 03:01

Arrestato imprenditore, reclutava clandestini

L'uomo accompagnava nella sua auto due cittadini clandestini palestinesi, che erano stati prelevati ad Altamura per essere impiegati nella sua azienda
C'è anche un insospettabile tra le cinque persone arrestate dai carabinieri della Tenenza di Bisceglie nell'ambito di una operazione finalizzata a contrastare del fenomeno dell'immigrazione clandestina.
L'imprenditore del settore degli arredamenti è il 51enne Giuseppe Paulicelli: l'uomo, che accompagnava nella sua auto due cittadini clandestini palestinesi (erano stati prelevati ad Altamura per essere impiegati nella sua azienda) è stato arrestato dai carabinieri biscegliesi per «aver favorito la permanenza degli stranieri nel territorio italiano al fine di trarne ingiusto profitto dalle loro condizioni di illegalità».
La misura coercitiva (che prevede una pena detentiva sino a quattro anni ed un'ammenda sino 15mila euro) è scattata al termine di una serie di controlli che gli stessi militari hanno attuato in diverse aziende artigianali cittadine.
Nel corso della operazione passati al setaccio anche alcuni vicoli del centro storico e strade adiacenti: in via Abate Bruni, in un'abitazione fatiscente, occupata peraltro abusivamente, sono stati sorpresi ed arrestati due clandestini (il 31enne marocchino Amar Beloukarif ed il 35enne algerino Fetiil Bouchelaghem), precedentemente espulsi dal territorio nazionale e rientrati sotto altro nominativo. Gli stessi, vivevano in condizioni a dir poco precarie: niente luce, niente servizi igienici. Durante il blitz dei militari, inoltre, sono stati arrestati altri due extracomunitari clandestini risultati già espulsi dal territorio italiano in seguito ad un apposito provvedimento emesso dal Prefetto e notificato dal Questore di Bari.
Paolo Pinnelli

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione