Cerca

Venerdì 22 Settembre 2017 | 22:48

Minaccia di darsi fuoco nella sede Rai di Bari

Protagonista un uomo - in cura presso il Servizio di igiene mentale di Adelfia - che, dopo essere stato distratto da due giornalisti, è stato reso inoffensivo dalle forze dell'ordine che avevano isolato il palazzo
BARI - Un uomo è entrato nel pomeriggio nella sede di Bari della Rai dove, tenendo in una mano una bottiglia piena di benzina e nell'altra un accendino, minacciava di darsi fuoco pronunciando frasi sconnesse. L'uomo è rimasto asserragliato nella portineria per circa un'ora fino a che è stato colto di sorpresa e bloccato dalle forze di polizia.
A quanto è stato accertato dalla polizia, l'uomo è in cura presso il Sim (servizio igiene mentale) di Adelfia. È entrato nella portineria della Rai attorno alle 18 e si è messo in un angolo dell'androne lontano dalla porta d'ingresso gridando frasi sconnesse e minacciando di dare fuoco a se stesso e a chiunque si fosse avvicinato. Il portiere ha quindi avvertito la direzione che a sua volta ha chiamato le forze dell'ordine. In pochi minuti, tutto l'isolato dove ha sede il palazzo della Rai, in una zona semicentrale della città, è stato isolato e chiuso al traffico.
Ad ogni tentativo delle forze di polizia di entrare, però, l'uomo reagiva esibendo l'accendino e spargendo un po' di benzina. Alla fine, il caporedattore della sede e un altro giornalista sono riusciti, parlandogli, a distrarre l'uomo, consentendo a Vigili del fuoco, Polizia e Carabinieri di fare irruzione da una porta posteriore e cogliere di sorpresa lo squilibrato. Prima di venire immobilizzato, è riuscito comunque a lanciare in faccia ad un poliziotto un po'di benzina. L'uomo è stato quindi portato in Questura da dove presumibilmente sarà accompagnato in ospedale.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione