Cerca

Martedì 26 Settembre 2017 | 23:52

Insultano disabile e scatenano rissa: 3 arrestati

Il grave episodio nella frazione di Bari Palese. Il giovane in carrozzella aveva in corso una sua festa nella gelateria "Happy hours", semidistrutta dai teppisti. Feriti il proprietario del locale, il figlio e la barista
BARI - Quattro persone hanno insultato un giovane disabile che aveva invitato alla sua festa alcuni amici nella gelateria "Happy hours" del rione Palese, e quando il proprietario del locale è intervenuto in difesa del giovane hanno ingaggiato una zuffa che si è conclusa con il ferimento di tre persone e con il locale semidistrutto.
Per questo agenti della sezione Volanti della Questura di Bari hanno arrestato Paolo Piemonte, di 39 anni, Andrea De Giglio, di 19, e Nicola Buonsante, di 22, tutti con precedenti penali. Sono accusati di lesioni personali, danneggiamento aggravato e minacce.
A quanto si è saputo, quattro uomini l'altra notte, sono entrati nella gelateria di corso Vittorio Emanuele e, pur non essendo stati invitati, hanno cominciato a partecipare alla festa. Né il disabile né il proprietario della gelateria hanno gradito. Il titolare del locale ha quindi spento l'impianto musicale e, per questo motivo, i quattro hanno cominciato ad insultare il disabile in carrozzella e i suoi amici. A difesa dei giovani è intervenuto il proprietario della gelateria, Michele Manzari, che è stato immediatamente aggredito assieme al figlio e alla barista del locale. I quattro hanno anche capovolto i tavoli e distrutto numerose bottiglie in vetro.
Subito dopo si sono allontanati a bordo di una Bmw coupè di colore verde. Uno di loro però è stato descritto in maniera dettagliata da un cameriere del locale perché aveva un vistoso tatuaggio sul lato destro del collo raffigurante un guerriero armato di lancia in sella ad un cavallo. L'uomo è stato identificato in Paolo Piemonte e gli agenti lo hanno raggiunto sotto la sua abitazione: stava scendendo da una Bmw coupè, insieme ad altri tre uomini, e tutti avevano gli abiti lacerati e mostravano segni di colluttazione. Uno dei quattro, alla vista della pattuglia, è riuscito a fuggire.
Il proprietario del locale, soccorso, è stato medicato a guarirà in una ventina di giorni, suo figlio e la barista in una settimana circa.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione