Cerca

Domenica 24 Settembre 2017 | 17:42

Bari - Tanta voglia di tecnologia

Dal 4 al 7 giugno in Fiera del levante il Tiam, mostra delle tecnologie per l'industria agroalimentare mediterranea, giunta alla seconda edizione
BARI - «Dalla produzione alla trasformazione: la meccanica strumentale sarà base di sviluppo della filiera agroalimentare»: lo sottolinea il presidente di Ipack-Ima srl, Luigi Gregotti, presentando il Tiam 2004, mostra delle tecnologie per l'industria agroalimentare mediterranea, che si svolgerà dal 4 al 7 giugno, a Bari, nella Fiera del Levante. Organizzatori della rassegna Ipack-Ima e Fiera del Levante.
«La formula ha avuto fortuna; il Sud dell'agroalimentare - aggiunge Gregotti - ha voglia di tecnologie. Abbiamo realizzato un prodotto fieristico che risponde alle aspettative dell'area di riferimento centro-meridionale, in cui la Puglia spicca per le produzioni agroalimentari ed è leader nelle tre filiere in cui si articola la mostra: olio, vino e pasta fresca».
La seconda edizione di Tiam si apre con espositori e superfici in netta crescita: 159 le aziende presenti, in aumento del 49% rispetto alla prima edizione, con una superficie espositiva netta di 3.516 mq, 30% in più rispetto al 2002.
Il Tiam presenta un panorama espositivo completo: il 35% dell(area espositiva è dedicato alla filiera olearia, il 16% all(enologica, l(8% alla pasta fresca e al lattiero-caseario. Consistente la rappresentanza di imballaggio e confezionamento, trasversali ai diversi settori, con il 33%.
«Questa manifestazione, negli anni pari, è ( per Gregotti - l'appuntamento di riferimento per l'olio d'Italia così come, negli anni dispari, Expoliva di Jaen lo è per la Spagna. Ci rivolgiamo ad un mercato, quello dei produttori di olio di oliva, nel quale l'Italia è seconda a livello Mondiale».
Non solo produzione: Ipack-Ima e Fiera del Levante ripropongono e potenziano le iniziative di aggiornamento professionale, tecnico e normativo: diversi i convegni, che vanno dal rapporto tra innovazione tecnologica e qualità del prodotto finito nella filiera olearia alla enologia mediterranea e si concludono con il controllo qualità: arma vincente per la produzione agroalimentare italiana.
«Tiam ( ha sottolineato il segretario generale della Fiera del levante, Gianni Tursi ( è il completamento della nostra gamma di fiere. Nel 2002 siamo riusciti a realizzare questa mostra tecnica, biennale, importante per le produzioni del nostro territorio, ma mancava il settore di produzione per le macchine: ora puntiamo alla riqualificazione dell'agricoltura nell'ambito della campionaria». Accanto agli operatori, attesi dal Mezzogiorno e dai Paesi dell'area balcanica, tradizionale bacino di riferimento della Fiera del Levante, Tiam ospiterà delegazioni di operatori della filiera olearia che arriveranno da Spagna, Algeria, Giordania, Libano, Marocco, Siria, Tunisia e Turchia. Tra gli espositori presenti, una rappresentanza completa delle tecnologie per il settore oleario.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione