Cerca

Mercoledì 20 Settembre 2017 | 15:04

Grottaglie - Altro ossigeno per l'ospedale San Marco

Avviato sulla strada di un drastico ridimensionamento dal Piano di riordino sanitario regionale, ha ricevuto un milione di euro che si aggiungono agli 800.000 già stanziati
GROTTAGLIE (Taranto) - L'Ospedale «San Marco», avviato sulla strada di un drastico ridimensionamento dal Piano di riordino sanitario regionale del Presidente Raffele Fitto, ha ricevuto ulteriori attenzioni finanziarie.
La giunta regionale, infatti, ha deliberato un intervento d'urgenza di un milione di euro che va ad aggiungersi agli 800.000 stanziati nelle settimane scorse.
La prima dotazione fu frutto dell'accordo di programma, sottoscritto lo scorso 20 maggio da Fitto col ministro della Sanità, Girolamo Sirchia, che prevedeva cospicui interventi per tutte le strutture ospedaliere pubbliche ioniche di Castellaneta, Manduria, Martina Franca, Massafra, Mottola, Taranto e Grottaglie, appunto, cui furono assegnati somme inferiori agli altri centri del Tarantino.
All'area ionica, in seguito a quell'accordo, furono assegnati poco meno di 17 milioni di euro per portare a termine diversi progetti, da finanziarsi con la legge 67 del 1988 e con fondi diretti regionali.
Con l'assegnazione di questa ulteriore dotazione finanziaria, che raddoppia i fondi a disposizione del «San Marco», l'Ospedale di Grottaglie potrà avviare altri lavori di adeguamento e messa a norma dell'intera struttura.
«Ritengo - ha commentato il Sindaco, Raffele Bagnardi - che la Regione si sia convinta della bontà delle nostre richieste, non dettate da spirito di campanile. Il "San Marco" può diventare una struttura d'avanguardia se saranno attivati i reparti di anestesia, rianimazione e cardiologia».
Paolo Lerario

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione