Cerca

Martedì 26 Settembre 2017 | 12:54

Il San Marco rientra da Nassiriya, accolto a Brindisi

Sono rientrati in Italia i militari del Reggimento della Marina Militare impegnato in Iraq nell'operazione "Antica Babilonia". A riceverli tanti familiari e il Capo di Stato Maggiore della MM, ammiraglio di squadra Sergio Biraghi
BRINDISI - Sono rientrati stasera in Italia i militari del Reggimento San Marco della Marina Militare impegnato in Iraq nell'operazione "Antica Babilonia". Il velivolo con a bordo 144 militari, partito da Tallil, è atterrato all'aeroporto militare di Brindisi alle 21.30.
A ricevere il contingente ci sono il Capo di Stato Maggiore della Marina, ammiraglio di squadra Sergio Biraghi, e centinaia di persone, in gran parte familiari e amici dei militari.
Il San Marco è stato impegnato in Iraq dal 5 giugno 2003 operando nella prima fase a bordo della nave anfibia San Giusto; poi, dopo la partenza della nave il 25 novembre scorso per il rientro in Italia, il contingente è stato rischierato a terra, a Nassiriya dove ha continuato a operare alle dipendenze della Brigata italiana Interforze. I militari rientrati stasera hanno operato in Iraq dal febbraio scorso.
La presenza della Marina Militare in Iraq continua comunque con cinque Fucilieri del Reggimento San Marco che garantiscono il funzionamento delle comunicazioni satellitari nella base dei Carabinieri della Msu a Nassiriya, e un'aliquota del Gruppo Operativo Incursori del Comsubin.
BIRAGHI, SIAMO ORGOGLIOSI DI LORO
«Tutti gli italiani sono orgogliosi di quello che questi ragazzi hanno fatto in Iraq»: lo ha detto il Capo di Stato maggiore della Marina, ammiraglio di squadra Sergio Biraghi, salutando stasera dall'aeroporto militare di Brindisi centinaia di parenti e amici dei militari del Reggimento San Marco tornati stasera dalla missione in Iraq. Biraghi ha rivolto un ringraziamento a tutti i familiari: «Siete non solo il piacere per chi sta rientrando, ma anche un importante supporto per noi che quando siamo in missione sappiamo che c' è una famiglia che ci aspetta a casa».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione