Cerca

Mercoledì 20 Settembre 2017 | 11:31

La posizione di Antonio Fazio non viene archiviata

Uno stop improvviso ha bloccato l'uscita di scena del governatore della Banca d'Italia dall'inchiesta sulla presunta truffa dei prodotti di Banca 121. Il gip del Tribunale di Trani, Michele Nardi, ha infatti respinto la richiesta di archiviazione
ROMA - Uno stop improvviso ha bloccato l'archiviazione del procedimento a carico del governatore della Banca d'Italia, Antonio Fazio, nell'inchiesta sulla presunta truffa dei prodotti di Banca 121. Il gip del Tribunale di Trani, Michele Nardi, ha infatti respinto la richiesta di archiviazione avanzata dal sostituto procuratore Antonio Savasta che conduce le indagini, che aveva portato a un avviso di garanzia per il governatore. Lo rivela il settimanale Economy, domani in edicola.
A opporsi è stato l'avvocato Gaetano Scamarcio, perchè il pm Savasta non aveva ritenuto di dover avvisare della sua richiesta di archiviazione i circa 300 querelanti. Per il gip Nardi - scrive Economy - tutti i sottoscrittori, compresi quelli che hanno già ottenuto il risarcimento, dovevano essere messi al corrente. Al pm ora tocca decidere se notificare a tutti la richiesta di archiviazione, sottoponendosi al rischio di una pioggia di opposizioni, o se ricorrere in Cassazione contro la decisione del collega.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione