Cerca

Lunedì 25 Settembre 2017 | 04:36

Taranto - Meno rapine ma aumentano i furti in casa

E' il quadro che emerge dall'attività svolta dalla Questura di Taranto nel periodo che va dall'aprile del 2003 allo stesso mese di quest'anno e resi noti in coincidenza con la Festa del Corpo
TARANTO - Cala il numero dei furti di auto, degli scippi e dei borseggi, mentre aumentano i furti in appartamento. Diminuiscono le rapine e gli attentati dinamitardi e incendiari, e di contro restano invariati nel numero i reati di associazione per delinquere e di traffico di sostanze stupefacenti, nonché anche quelli legati all'usura e alle estorsioni, anche se questi ultimi due dati non hanno valore assoluto perché dipendono dalla collaborazione fornita dalle vittime dei reati. E' il quadro che emerge dall'attività svolta dalla Questura di Taranto nel periodo che va dall'aprile del 2003 allo stesso mese di quest'anno e resi noti in coincidenza con la Festa del Corpo che si celebra oggi.
Complessivamente in un anno sono stati eseguiti 506 arresti, 85 dei quali dai tre commissariati situati in provincia; 1.426 sono state invece le persone denunciate a piede libero. Nella lotta alla droga sono stati sequestrati più di otto chilogrammi di sostanza stupefacente, mentre in pochi mesi sono state ben 324 le segnalazioni fatte dal poliziotto di quartiere. Sul fronte dell'immigrazione sono stati rilasciati o rinnovati poco più di duemila permessi di soggiorno e oltre 300 gli stranieri espulsi. Intensa anche l'attività della Polizia stradale (tra i dati più significativi, 2.713 contravvenzioni elevate ad automobilisti che non usavano le cinture di sicurezza, 1.648 a motociclisti che non indossavano il casco protettivo) e della Polfer (sette persone arrestate e 45 denunciate).
«La nuova cultura della sicurezza che perseguiamo e che rimette in discussione l'immagine e il modo di lavorare della Polizia di Stato - afferma il questore di Taranto, Eugenio Introcaso nel suo discorso dato in anteprima alla stampa (la cerimonia si svolgerà in serata) - appare l'unica strada da seguire, la più opportuna per migliorare la qualità dei servizi offerti e per soddisfare al massimo grado le richieste della collettività».
Il questore si sofferma in particolare sul concetto di «polizia di prossimità», sottolineando che nell'ottica di essere più vicini alla gente nelle ultime settimane egli ha avuto una serie di incontri con i consigli circoscrizionali della città. La cerimonia si terrà nella centralissima piazza della Vittoria e al termine, fra le ricompense, verrà anche consegnato un encomio solenne ad un gruppo della Polstrada, guidato dal suo comandante, il vicequestore aggiunto Dolores Rucci, per i soccorsi prestati ai cittadini gente durante l'alluvione dell'8 settembre scorso a Massafra e Palagiano.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione