Cerca

Lunedì 25 Settembre 2017 | 03:01

"Boom" passeggeri negli aeroporti pugliesi

BARI, 10 maggio 2004 - Aumenta il traffico dei passeggeri negli aeroporti della Puglia: il dato emerge dal bilancio di esercizio 2003 approvato oggi dall'assemblea dei soci della Seap, la società che gestisce in Puglia i quattro aeroporti. In particolare, nel corso del 2003 il sistema aeroportuale pugliese - informa una nota elaborata dall'ufficio stampa della Seap - ha superato per la prima volta nella sua storia i due milioni di passeggeri (2.174.247) con una crescita del 14,6% rispetto al 2002, sensibilmente superiore al corrispondente dato medio registrato dal sistema aeroportuale nazionale (+10,1%).
La Puglia può oggi usufruire di una ampia offerta di voli nazionali e, soprattutto, internazionali con collegamenti con le principali città europee.
«Tale disponibilità di collegamenti - si evidenzia nel bilancio - consentirà non solo alle aziende pugliesi di intensificare con enorme risparmio di tempi e costi le proprie relazioni commerciali con i partner internazionali ma anche di perseguire quella strategia di ampliamento e destagionalizzazione della offerta turistica regionale giustamente posta alla base dello sviluppo futuro del settore».
Per quanto riguarda l'aeroporto di Bari, gli indicatori evidenziano una crescita sostenuta in tutte le componenti del traffico passeggeri, che si è attestato a 1.448.673 unità, con un progresso del 15% rispetto all'anno precedente. I miglioramenti più marcati hanno riguardato i passeggeri sui voli internazionali (241.909) che registrano una ulteriore forte crescita sia sui voli charter (+ 64,53% rispetto al 2002) sia, in maniera molto più accentuata, sui voli di linea che, con 174.113 unità, ha fatto segnare una crescita del 95,9% rispetto all'anno precedente. Nell'ultimo triennio la componente di traffico internazionale (linea + charter + aviazione generale) è così passata dallo 0,8% del totale 2001 al 17% del 2003. Nel 2003, grazie all'apertura dei nuovi collegamenti di linea e al rafforzamento dell'offerta dei voli charter, ha ripreso a crescere anche il numero dei movimenti, +9%, «frutto, soprattutto, - si sostiene - dell'incremento fatto segnare dai voli di linea internazionali (+ 36,8%) e dai voli charter (+85%)».
Il traffico dell'aeroporto di Brindisi ha registrato 702.985 passeggeri, con una crescita del 13,7% (+15% al netto dei passeggeri in transito), frutto di un evidente progresso sui voli di linea nazionali (+ 19%) e di un andamento poco brillante della componente charter internazionale che ha fatto registrare una diminuzione del 17%. In forte crescita, soprattutto grazie ai voli gestiti per conto delle agenzie di intervento internazionale, il movimento delle merci, che ha quasi raggiunto 1,5 milioni di kg con un incremento del 395 % rispetto al 2002. Per quanto riguarda l'evoluzione dei collegamenti nei primi mesi 2004, l'attività commerciale sviluppatasi nel corso dell'anno ha consentito, «di concretizzare una serie di accordi che hanno dispiegato i loro effetti nell'anno in corso, con l'avvio di nuovi collegamenti di particolare interesse: dal 15 gennaio 2004 Bari è collegata giornalmente con Londra Stansted dal vettore Ryanair; dal 30 marzo, confermando il grande interesse per la Puglia, anche British Airways vola da Bari a Londra Gatwick; dal 23 aprile Hapag Lloyd Express, compagnia low cost del gruppo tedesco TUI, ha introdotto tre voli settimanali di linea da Bari sia per Colonia che per Stoccarda; da fine aprile, Ryanair, a conferma delle potenzialità della nostra regione, introduce un volo giornaliero Brindisi-Londra Stanstedt.
La compagnia VolareWeb ha annunciato per la prossima estate un collegamento bisettimanale Bari-Barcellona. Per quanto riguarda i dati di traffico registrati nei primi quattro mesi del 2004, si segnala che: sull'aeroporto di Bari sono arrivati e partiti 503.738 passeggeri, con un incremento del 25,2% sull'analogo periodo dello scorso anno quando i passeggeri furono 402.355. Il solo traffico di linea internazionale è più che raddoppiato (+146%), rispetto al 2003. Altrettanto importante l'incremento percentuale (+56,9%) registrato dal traffico charter. Sull'aeroporto di Brindisi i passeggeri in arrivo e partenza sono stati 187.838 rispetto ai 177.514 del primo quadrimestre 2003, con un incremento del 5,82%. Tale valore è peraltro destinato a crescere sensibilmente con l'avvio del collegamento Ryanair con Londra Stansted, operativo dal 28 aprile.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione