Cerca

Lunedì 25 Settembre 2017 | 22:45

Bari - Al via VI edizione di Expolavoro

Dal 5 al 7 maggio in Fiera del Levante tutti i ragazzi che voglioni iniziare ad orientarsi nel mondo del lavoro e della formazione
BARI, 27 aprile 2004 - Contribuire ad individuare «percorsi professionali e professionalizzanti» che non lascino soli i ragazzi alla fine della scuola. E' questo uno degli obiettivi di «Expolavoro» che dal 5 al 7 maggio presso la Fiera del Levante di Bari, accoglierà i ragazzi per aiutarli ad orientarsi nell'universo del lavoro e dello studio. La sesta edizione di «Expolavoro» è stata illustrata stamani dal presidente dei giovani industriali della provincia di Bari, Francesco Divella, dal delegato per Exopolavoro Alfredo Vania, insieme al vicedirettore dell' Ufficio scolastico regionale, Roberto Francavilla, all'assessore alle Politiche del lavoro della Provincia di Bari, Matteo Paparella, e a Livio Tenerelli di Italia Lavoro. Tra le novità di questo Expolavoro il grande spazio riservato al sociale e il terzo settore «anche per far capire - ha sottolineato Vania - che quest' ultimo comparto non è solo dedicato ai meno abili ma apre una serie di possibilità a volte insospettate, nonché dà luogo a professionalità specialistiche. Per questo all' Expolavoro sociale saranno presenti imprese che mostreranno la loro attività e ci sarà la possibilità per i giovani di presentare idee e progetti proprio per un percorso formativo e di assistenza che l'Assindustria sta organizzando». «Obiettivo di Expolavoro - ha puntualizzato Divella - è anche quello di formare i ragazzi secondo le competenze richieste dal mondo del lavoro e dell'impresa, approfondendo cosa si intende vera cultura d'impresa». «E' un primo passo verso quel sistema formativo integrato - ha spiegato Paparella - in cui i soggetti siedono intorno a un tavolo di concertazione e le istituzioni fanno sistema, per uscire dal modello localistico ed entrare in un sistema informativo del lavoro». A questo proposito l'assessore provinciale ha auspicato la costituzione di un'agenzia del lavoro regionale e ha annunciato l'esperimento messo a punto nei centri territoriali per il lavoro della Provincia con Italia Lavoro per favorire una mobilità sud-nord attraverso colloqui di lavoro in videoconferenza. Dall' anno scorso inoltre alla fine della quinta edizione di Expolavoro è stato costituito un tavolo permanente al quale partecipano - ha ricordato Vania - alcune realtà associative e istituzionali; l'auspicio è di allargare lo stesso tavolo con un' azione di monitoraggio sulle necessità delle imprese da cui scaturisca una programmazione quinquennale che dia suggerimenti al mondo della scuola per la formazione.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione