Domenica 22 Luglio 2018 | 09:10

I fatti nel 2013

Melfi, morì dopo il parto
assolti due ginecologi

Il tribunale di Potenza ha assolto i due medici perchè il fatto non sussiste. La vittima una donna di 27 enne deceduta per complicazioni dopo la nascita del secondo figlio

Sla, sì del tribunale di Potenza  al farmaco sperimentale Usa

Il Tribunale di Potenza ha assolto, perché il fatto non sussiste, due medici in servizio nell’ospedale di Melfi (Potenza) il 3 settembre 2013, quando una donna di 27 anni morì per complicazioni intervenute durante il parto del suo secondo figlio.
I due medici erano accusati di omicidio colposo. Sono il chirurgo ginecologo Alberico Vona e la ginecologa Maria Napoli. La donna che morì si chiamava Regiane Sousa Martins, di origini brasiliane ma residente a Lavello (Potenza) con il marito e un altro figlio.

La donna, alla quarantesima settimana di gestazione, entrò in ospedale in buone condizioni. Qualche ora dopo, però, le sue condizioni si aggravarono: dopo il parto e la nascita di una bambina, Sousa Martins peggiorò e fu trasferita nel reparto di rianimazione, dove morì alcune ore dopo. Alberico e Napoli - difesi dagli avvocati Marco Moccia e Gaetano Araneo - furono rinviati a giudizio: oggi il giudice monocratico del Tribunale di Potenza ha emesso la sentenza di assoluzione per entrambi.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

ALTRI ARTICOLI DALLA SEZIONE

Potenza, blitz nella notte: spuntaun ripetitore. «Non è autorizzato»

Potenza, blitz nella notte: spunta un ripetitore. «Non è autorizzato»

 
Melfi, un 23enne incensuratoarrestato per spaccio di droga

Melfi, un 23enne incensurato
arrestato per spaccio di droga

 
Riesame Potenza: Pittella resta ai domiciliari

Riesame Potenza:
Pittella resta ai domiciliari

 
«Grave pericolo per la salute e acque potabili compromesse»

«Grave pericolo per la salute
e acque potabili compromesse»

 
Sequestrate due eliambulanzeil volo dei soccorsi era un pericolo

Sequestrate due eliambulanze
il volo dei soccorsi era un pericolo

 
Melfi, sequestrati impianti inceneritore: «E' pericoloso»

Melfi, sequestrati impianti inceneritore: «E' pericoloso»

 
Portavoce, l’indagine interna del Consiglio inguaia Fulgione

Portavoce, l’indagine interna
del Consiglio inguaia Fulgione

 
Sanitopoli lucana, respinta mozione di sfiducia per Pittella

Sanitopoli lucana, respinta mozione di sfiducia per Pittella

 

GDM.TV

Bari, avvistato grosso topo a Pane e Pomodoro: tranquilli è una bufala

Bari, avvistato grosso topo a Pane e Pomodoro: tranquilli è una bufala

 
Locorotondo, così il suocero tentòdi uccide il genero: «Sei morto»

Locorotondo, così il suocero tentò di uccidere il genero: «Sei morto»

 
Faida garganica, omicidio in pieno giorno a San Ferdinando

Faida garganica, omicidio in pieno giorno a San Ferdinando

 
Bari, donna prigioniera del fuoco in casa. le grida di aiuto

Bari, incendio e paura a Japigia. Le grida, il salvataggio e le testimonianze

 
Bari ai baresi

Bari ai baresi? I sogni e le voci dei biancorossi

 
Maxi sequestro a Lecce

Lecce, maxi sequestro di anabolizzanti: 500mila pasticche in un garage VIDEO

 
Commento fallimento Baricalcio di Fabrizio Nitti

Nitti (Gazzetta): «Troppo tardi. Evidenti colpe di chi ha gestito»

1commento

 
La sciarpata, l'inno, l'emozioneSulle note si «insegue un sogno»

La sciarpata, l'inno, l'emozione. Sulle note si «insegue un sogno»

 

PHOTONEWS