Martedì 17 Luglio 2018 | 23:29

Disposta perizia

Caso Conti, clonata la sim
del generale suicida

Un'altra puntata nel giallo dell'ufficiale in pensione che ha lavorato per Total solo due settimane prima di uccidersi

generale Guido Conti

PINO PERCIANTE

È l’ultima speranza per tentare di sciogliere i nodi dell’intreccio, l’unico modo per trarre le informazioni utili (ammesso che ce ne siano) e chiarire il mistero del suicidio dell’ex generale Guido Conti. Tanto più che i dati del suo computer casalingo saranno probabilmente irrecuperabili, visto che lo stesso Conti li aveva fatti cancellare il giorno prima di togliersi la vita. Così la Procura di Sulmona ha deciso di far clonare la sim card del telefonino privato dell’ex generale, quello che non è mai stato ritrovato, nonostante le ricerche abbiano ispezionato in ogni anfratto del monte Morrone. L’ idea di chiedere la duplicazione della scheda telefonica è stata suggerita agli inquirenti dagli stessi tecnici a cui è stato affidato l’incarico di esaminare gli apparecchi informatici (oltre al pc c’è anche un iPad), e permetterebbe, almeno in parte, di recuperare chiamate e messaggi fatti da Conti nei suoi ultimi giorni di vita. L’esame dei dati del cellulare è finalizzato soprattutto a chiarire chi fosse l’interlocutore con cui, come avrebbero raccontato alcuni testimoni, l’ex generale parlava in modo molto animato qualche giorno prima di suicidarsi.

I periti si sono dati 60 giorni di tempo per completare le verifiche e dire se sarà possibile acquisire materiale utile all’inchiesta aperta con l’ipotesi di reato di istigazione al suicidio. Secondo alcuni testimoni, Conti pochi giorni prima del suo suicidio avrebbe intavolato una lite per telefono, ma non si capisce bene con chi. I racconti fatti agli investigatori parlano di un Conti molto arrabbiato che discuteva presumibilmente del suo trasferimento in Basilicata e del nuovo lavoro alla Total. Anche la chiamata anonima registrata dalla segreteria telefonica della redazione del giornale on-line abruzzese PrimaDaNoi, qualche ora prima che l’ex generale venisse trovato senza vita, parlava di disaccordi con l’amministratore delegato della multinazionale petrolifera Francois Rafin. A fare quella telefonata, si è scoperto dopo, è stato un dipendente della stessa Total.

L’uomo era stato già ascoltato come persona informata sui fatti il 20 novembre, ma non aveva rivelato di essere lui l’autore della misteriosa telefonata. Quando si accorge dell’ampia eco datale dai media decide di uscire allo scoperto. Sentito dagli inquirenti il 23 novembre confessa di aver fatto quella telefonata mentre tornava a casa da Corleto Perticara, utilizzando un’applicazione per non rendersi riconoscibile. «L’ho fatto – spiega agli inquirenti - perché ero rimasto molto colpito dalle dimissioni di Conti, di cui ero venuto a conoscenza il 16 novembre tramite un mail interna aziendale».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

ALTRI ARTICOLI DALLA SEZIONE

Potenza, inchiesta Tempa Rossaassolti 4 dipendenti Total

Potenza, inchiesta Tempa Rossa
assolti 4 dipendenti Total

 
Inchiesta sanità, ex presidentePittella (Pd) resta ai domiciliari

Inchiesta sanità, ex presidente
Pittella (Pd) resta ai domiciliari

 
Lascia la toga per indossare il camice del gelataio

Lascia la toga per indossare
il camice del gelataio

 
Melfi, Ronaldo più forte della protestaFca: un flop; Ubs di sciopero riuscito

Melfi, Ronaldo più forte della protesta. Fca: un flop; Ubs: sciopero riuscito

 
CorteConti frena su 39 norme anche sui soldi al Frecciarossa

CorteConti frena su 39 norme
anche sui soldi al Frecciarossa

 
Furto sacrilego nella chiesa, rubato l’oro della Madonna

Furto sacrilego nella chiesa, rubato l’oro della Madonna

 
Nel Potentino scoperta truffa on line, una denuncia

Nel Potentino scoperta truffa on line, una denuncia

 
Via Sacra e L.go Pedio «pronti entro l’estate»

Via Sacra e L.go Pedio «pronti entro l’estate»

 

GDM.TV

Commento fallimento Baricalcio di Fabrizio Nitti

Nitti (Gazzetta): «Troppo tardi. Evidenti colpe di chi ha gestito»

 
La sciarpata, l'inno, l'emozioneSulle note si «insegue un sogno»

La sciarpata, l'inno, l'emozione. Sulle note si «insegue un sogno»

 
Brindisi, più di 260 chili di droga nascosti in un gommone: arrestato 26enne

Brindisi, più di 260 chili di droga nascosti in un gommone: arrestato 26enne (Vd)

 
I pugliesi lo fanno meglio: ecco Roberta e il suo 'U Taràll

Roberta, 2 lauree e un sogno da giornalista: torna a Bari da Londra per fare i taralli

 
Bari, francesi cantano Marsigliese per festeggiare Coppa del Mondo

Bari, francesi cantano Marsigliese per festeggiare Coppa del Mondo Vd

 
Pio e Amedeo, l'incursione nello stadio dei Leeds: Presidente, giochiamo col Foggia?

Pio e Amedeo, l'incursione nello stadio dei Leeds: Presidente, giochiamo col Foggia?

 
Di Maio a Matera: «Via Pittella, non si gioca con la sanità»

Di Maio a Matera: «Via Pittella, non si gioca con la sanità»

 
Auto contro scooter sulla ss100: morto un 62enne

Auto contro scooter sulla ss100: morto un 62enne

 

PHOTONEWS