Domenica 22 Luglio 2018 | 04:59

a potenza

San Carlo, 40 anni fa
primo intervento a cuore aperto
oggi torna Ugo Tesler

ospedale san carlo potenza

POTENZA - Sono trascorsi circa 40 anni da quel primo intervento a cuore aperto, nel 1977 nell’ospedale di Potenza, effettuato su una ragazza lucana di 13 anni: fu la prima operazione con circolazione extracorporea della nuova cardiochirurgia del San Carlo, che «inaugurò» l’era del professor Ugo Tesler, chiamato in Basilicata per mettere in piedi il nuovo reparto e diventare così uno dei «pionieri» della cardiochirugia lucana, una delle poche a sud di Roma, che aprì la strada a una nuova generazione di chirurghi che poi operarono in tutto il Paese.
Dopo quattro decenni, Tesler è tornato in Basilicata per ripercorrere quell'epoca di innovazione, di ricerca e di formazione: chiamato nel 1971 da Emilio Colombo (lo statista lucano, ex senatore a vita, morto nel 2013), che lo volle fortemente nella sua terra tanto da andare in America per convincerlo ad accettare la sfida, il cardiochirurgo realizzò letteralmente da «zero» il nuovo reparto. Nel 1973 iniziarono i lavori per la struttura, e l’anno successivo un gruppo di infermieri fu inviato negli Stati Uniti per un periodo di formazione. E nel 1977 le attività chirurgiche iniziarono in Basilicata, arrivando a circa diecimila interventi in 20 anni: nel 1999 Tesler lasciò il San Carlo, che aveva ormai portato a livelli di eccellenza.

Un’epopea ripercorsa oggi, nel capoluogo lucano, nella struttura sanitaria, nel corso del convegno «Cardiochirurgia a Potenza: una storia lunga 40 anni». Tesler ha ricordato i passaggi di quei 20 anni, «un’esperienza unica - ha detto - per intere generazioni di medici, e io ho avuto un’occasione unica per ideare, progettare e costruire una struttura sofisticata in una zona tecnologicamente non così avanzata». Il cardiochirurgo, al termine del suo intervento, ha donato all’ospedale il libro degli ospiti e dei pazienti, con firme e dediche lunghe due decenni. «Una storia concreta - ha spiegato il presidente della Regione, Marcello Pittella - che unisce un passato glorioso a un futuro altrettanto glorioso, che porta anche il nome di Colombo, un grande statista che lo trascinò in Basilicata, facendo del San Carlo un ospedale centrale nella domanda di salute nel Sud e anche in tutto il Paese». Il direttore generale del San Carlo, Rocco Maglietta, ha invece voluto «ricordare queste vicende, importanti anche perché siamo riusciti a riportare il nostro ospedale nel ruolo che gli compete».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

ALTRI ARTICOLI DALLA SEZIONE

Potenza, blitz nella notte: spuntaun ripetitore. «Non è autorizzato»

Potenza, blitz nella notte: spunta un ripetitore. «Non è autorizzato»

 
Melfi, un 23enne incensuratoarrestato per spaccio di droga

Melfi, un 23enne incensurato
arrestato per spaccio di droga

 
Riesame Potenza: Pittella resta ai domiciliari

Riesame Potenza:
Pittella resta ai domiciliari

 
«Grave pericolo per la salute e acque potabili compromesse»

«Grave pericolo per la salute
e acque potabili compromesse»

 
Sequestrate due eliambulanzeil volo dei soccorsi era un pericolo

Sequestrate due eliambulanze
il volo dei soccorsi era un pericolo

 
Melfi, sequestrati impianti inceneritore: «E' pericoloso»

Melfi, sequestrati impianti inceneritore: «E' pericoloso»

 
Portavoce, l’indagine interna del Consiglio inguaia Fulgione

Portavoce, l’indagine interna
del Consiglio inguaia Fulgione

 
Sanitopoli lucana, respinta mozione di sfiducia per Pittella

Sanitopoli lucana, respinta mozione di sfiducia per Pittella

 

GDM.TV

Bari, avvistato grosso topo a Pane e Pomodoro: tranquilli è una bufala

Bari, avvistato grosso topo a Pane e Pomodoro: tranquilli è una bufala

 
Locorotondo, così il suocero tentòdi uccide il genero: «Sei morto»

Locorotondo, così il suocero tentò di uccidere il genero: «Sei morto»

 
Faida garganica, omicidio in pieno giorno a San Ferdinando

Faida garganica, omicidio in pieno giorno a San Ferdinando

 
Bari, donna prigioniera del fuoco in casa. le grida di aiuto

Bari, incendio e paura a Japigia. Le grida, il salvataggio e le testimonianze

 
Bari ai baresi

Bari ai baresi? I sogni e le voci dei biancorossi

 
Maxi sequestro a Lecce

Lecce, maxi sequestro di anabolizzanti: 500mila pasticche in un garage VIDEO

 
Commento fallimento Baricalcio di Fabrizio Nitti

Nitti (Gazzetta): «Troppo tardi. Evidenti colpe di chi ha gestito»

1commento

 
La sciarpata, l'inno, l'emozioneSulle note si «insegue un sogno»

La sciarpata, l'inno, l'emozione. Sulle note si «insegue un sogno»

 

PHOTONEWS