Cerca

Giovedì 19 Aprile 2018 | 19:25

Appello contabile

Progetto Felandina, confermato
il risarcimento di 14 milioni

La sentenza di appello della Corte dei Conti nei confronti di 21 persone (per 4 è scattata la prescrizione)

Progetto Felandina, confermatoil risarcimento di 14 milioni

GIOVANNI RIVELLI

Per il fallimento del progetto «La Felandina» lo Stato avrà indietro i suoi 14 milioni 220mila euro anche se a pagarli non saranno più in 25 ma in 21 tra singoli e aziende, col vincolo solidale, ossia potendo ciascuno essere chiamato a rispondere dell’intera somma. Lo ha stabilito la Prima sezione centrale di Appello della Corte dei Conti pronunciandosi sulla sentenza emessa a fine 2015 dalla Corte territoriale di Potenza e impugnata da sei dei condannati.

Una sentenza che, se a qualcuno fa tirare un sospiro di sollievo, per gli altri finisce col tradursi in un aggravamento del conto. Questo perché i giudici di seconda istanza per un verso hanno dichiarato l’intervenuta prescrizione della contestazione (nei giudizi contabili interviene solo se la contestazione originaria è giunta più di 5 anni dopo il verificarsi dell’evento dannoso) nei confronti di quattro dei condannati in primo grado (e precisamente Mariano Chemello, Maurizio Filippi, Maurizio Zaccaria e Biofiber srl. in fallimento) mentre hanno confermato la condanna per altri due ricorrenti, Giuseppe Annecca (presidente del Consorzio) e Michele De Grazia, non modificando, ovviamente la situazione degli altri 19 condannati che non erano tra i ricorrenti.

Ma c’è di più. Perché i giudici di Appello hanno ribadito con forza, a seguito di apposito motivo di ricorso presentato da uno degli appellanti, la validità del vincolo solidale della condanna. «Con riferimento alla condanna solidale - hanno osservato - essa va, comunque, confermata in questa sede di responsabilità amministrativo-contabile, per via della sussistenza del dolo accertato dei coautori del danno. Saranno gli stessi condebitori in solido a provvedere, eventualmente, ad una regolazione interna dei rapporti fra di loro, in base all’apporto concausale di ciascuno, nella fase di esecuzione della sentenza di condanna. La richiesta, invece, se diretta ad ottenere una responsabilità parziaria anziché solidale, in questa sede, non può essere accolta, attesa la sussistenza dell’elemento psicologico del dolo».

A conti fatti, dunque, se a seguito della condanna di primo grado, a voler dividere in parti uguali il conto, ciascuno dei 25 condannati sarebbe stato chiamato a rifondere al Ministero dello Sviluppo circa 570mila euro, ora che il numero dei condannati si è ridotto, ciascuno potrebbe rispondere di circa 680mila euro, anche se, va detto, i conti potrebbero essere diversi poiché in caso di inadempienza o incapienza di qualcuno il Ministero potrà rivalersi sugli altri. Così resterà il bluff dello sviluppo in Val Basento, ma almeno la spese saranno recuperate.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

ALTRI ARTICOLI DALLA SEZIONE

Convalidato sequestrovasche Itrec Rotondella

Convalidato sequestro
vasche Itrec Rotondella

 
Minaccia moglie, lei lo denunciaCarabinieri scoprono armi

Minaccia moglie, lei lo denuncia
Carabinieri scoprono armi

 
Basilicata, in arrivo 14mlna 7mila imprese agricole

Basilicata, in arrivo 14mln
a 7mila imprese agricole

 
Rocco Brancati

Scomparso Rocco Brancati
riferimento nel giornalismo lucano

 
Minaccia ex marito compagna scatta divieto di avvicinamento

Minaccia ex marito compagna
scatta divieto di avvicinamento

 
incidente sul lavoro

Operaio 40enne morto
sciopero di otto ore

 
Evasione fiscale per 1,3 mln in ditta commercio carburanti denunciato l’amministratore

Ditta commercio carburanti
evade il fisco per 1,3 milioni
denunciato l’amministratore

 
Stalking, il gip «confina»tre romeni nel Potentino

Stalking, il gip «confina»
tre romeni nel Potentino

 

MEDIAGALLERY

Bradanica, dopo 50 anniaperti i primi 8 chilometri

Bradanica, dopo 50 anni
aperti i primi 8 chilometri

 
Blitz notturno nella città vecchia: 21 arresti

Blitz notturno nella città vecchia: 21 arresti

 
Tentata estorsione, fermati  avvocato e maresciallo Gdf

Tentata estorsione, fermati
avvocato e maresciallo Gdf

 
Tre arresti nel Foggianoper una serie di rapine e furti

Tre arresti nel Foggiano
per una serie di rapine e furti

 
Rapina ed estorsione ad Andria arrestati minori di 16 e 17 anni

Rapina ed estorsione ad Andria, arrestati minori di 16 e 17 anni

 
Barletta, in giro uomo armato di pistola

Barletta, in giro uomo armato di pistola

 
Bari, incendio in palazzina nel quartiere Poggiofranco

Bari, incendio in palazzina nel quartiere Poggiofranco

 

LAGAZZETTA.TV

Italia TV
Minaccia prof Lucca, preside: qualcuno perdera' anno

Minaccia prof Lucca, preside: qualcuno perdera' anno

 
Spettacolo TV
Richard Gere si e' risposato

Richard Gere si e' risposato

 
Notiziari TV
Ansatg delle ore 18

Ansatg delle ore 18

 
Sport TV
Yoga via Skype,"un successo inaspettato"

Yoga via Skype,"un successo inaspettato"

 
Mondo TV
La pilota dai nervi d'acciaio

La pilota dai nervi d'acciaio

 
Economia TV
Portabilita' Rc auto per coppie di fatto

Portabilita' Rc auto per coppie di fatto

 
Calcio TV
E Simy fa Ronaldo

E Simy fa Ronaldo

 
Meteo TV
Previsioni meteo per giovedi', 19 aprile 2018

Previsioni meteo per giovedi', 19 aprile 2018