Cerca

Martedì 24 Ottobre 2017 | 02:33

arrestato un 61enne

Aggredisce parenti
e carabinieri con un'ascia

carabinieri

MELFI - Durante una lite per motivi di eredità, un uomo di 61 anni di Melfi (Potenza), con precedenti penali, ha aggredito con un’ascia la sorella, un nipote e i Carabinieri intervenuti in seguito a una telefonata fatta al 112 dallo stesso uomo per denunciare che i due parenti si erano impossessati illegalmente di alcuni mobili e suppellettili presenti nella casa un tempo proprietà dei defunti genitori.

L’uomo - che ora si trova ai domiciliari - è accusato di minaccia aggravata e resistenza a pubblico ufficiale e di danneggiamento seguito da incendio poiché i militari dell’Arma hanno scoperto che prima di telefonare al 112 aveva tentato di dar fuoco a un un furgone in uso al nipote e parcheggiato a poca distanza dall’abitazione dove c'è stata l’aggressione. Le fiamme, spente grazie all’intervento di alcuni passanti, hanno danneggiato solo uno pneumatico.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione