Domenica 22 Luglio 2018 | 03:27

Due rioni più lontani

Ponte, lo stop si allunga
la causa è la fogna rotta

Il viadotto Francioso-Lucania Necessario intervenire a 8 metri di profondità. Oggi un piano Aql

Ponte, lo stop si allunga la causa è la fogna rotta

Giovanni Rivelli

Tempi più lunghi del previsto per la riapertura del «Ponte di Chianchetta». Ieri, in un nuovo sopralluogo guidato dal vicesindaco Sergio Potenza, i tecnici municipali insieme a quelli di Acquedotto Lucano hanno finalmente individuato la causa dello «svuotamento» del terreno sotto lo strato di asfalto della rampa che conduce alle campate: si tratta di una grossa condotta fognaria che ha ceduto, disperdendo il suo liquido e facendo così scivolare anche il terreno. Alla individuazione della causa si è giunti grazie anche all’opera di una pala meccanica che ha consentito di andare maggiormente in profondità rispetto al livello prima visibile, facendo man mano emergere la presenza di acqua.

Un passo in avanti, indubbiamente, ma non senza problemi. Perché la condotta passa a 7/8 metri al di sotto del livello stradale e ripararla non sarà facile. I tecnici della Spa pubblica del servizio idrico si sono presi tempo fino a questa mattina per fare un piano dei lavori ma pare difficile che, tra ripristino della tubatura e successiva riparazione della strada, possa volerci meno di una settimana. Anche perché il raccordo necessario a ripristinare la rete imporrà la realizzazione di un nuovo pozzetto di accesso. «Alla prospettiva di accorciare la chiusura di un giorno - commenta lo stesso Potenza che questa mattina tornerà sul posto - preferisco quella di lavori fatti in sicurezza e che diano affidabilità. Dal canto nostro, una volta che l’acquedotto avrà finito le opere di sua competenza, siamo pronti a fare i lavori per la riapertura, ossia il riempimento della voragine e lo strato di asfalto, in non più di 48 ore».

Palla in mano ad Acquedotto lucano, insomma dopo che si sono rivelati fondati i sospetti fattisi avanti già nell’immediatezza della chiusura. Pur non essendoci traccia di acqua nel terreno, infatti, lo svuotamento lasciava pensare all’opera di un flusso idrico e la consultazione delle planimetrie dei sotto-servizi, con l’individuazione del tratto di fognatura che passava proprio in quella zona, aveva offerto una conferma.

Le difficoltà ora, sono date anche dalla profondità dei lavori. Una profondità, in parte, dovuta proprio alla realizzazione di quella rampa che ha elevato il livello del terreno per dare accesso al viadotto che doveva condurre al rione Francioso posto più in alto rispetto al rione Lucania.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

ALTRI ARTICOLI DALLA SEZIONE

Potenza, blitz nella notte: spuntaun ripetitore. «Non è autorizzato»

Potenza, blitz nella notte: spunta un ripetitore. «Non è autorizzato»

 
Melfi, un 23enne incensuratoarrestato per spaccio di droga

Melfi, un 23enne incensurato
arrestato per spaccio di droga

 
Riesame Potenza: Pittella resta ai domiciliari

Riesame Potenza:
Pittella resta ai domiciliari

 
«Grave pericolo per la salute e acque potabili compromesse»

«Grave pericolo per la salute
e acque potabili compromesse»

 
Sequestrate due eliambulanzeil volo dei soccorsi era un pericolo

Sequestrate due eliambulanze
il volo dei soccorsi era un pericolo

 
Melfi, sequestrati impianti inceneritore: «E' pericoloso»

Melfi, sequestrati impianti inceneritore: «E' pericoloso»

 
Portavoce, l’indagine interna del Consiglio inguaia Fulgione

Portavoce, l’indagine interna
del Consiglio inguaia Fulgione

 
Sanitopoli lucana, respinta mozione di sfiducia per Pittella

Sanitopoli lucana, respinta mozione di sfiducia per Pittella

 

GDM.TV

Bari, avvistato grosso topo a Pane e Pomodoro: tranquilli è una bufala

Bari, avvistato grosso topo a Pane e Pomodoro: tranquilli è una bufala

 
Locorotondo, così il suocero tentòdi uccide il genero: «Sei morto»

Locorotondo, così il suocero tentò di uccidere il genero: «Sei morto»

 
Faida garganica, omicidio in pieno giorno a San Ferdinando

Faida garganica, omicidio in pieno giorno a San Ferdinando

 
Bari, donna prigioniera del fuoco in casa. le grida di aiuto

Bari, incendio e paura a Japigia. Le grida, il salvataggio e le testimonianze

 
Bari ai baresi

Bari ai baresi? I sogni e le voci dei biancorossi

 
Maxi sequestro a Lecce

Lecce, maxi sequestro di anabolizzanti: 500mila pasticche in un garage VIDEO

 
Commento fallimento Baricalcio di Fabrizio Nitti

Nitti (Gazzetta): «Troppo tardi. Evidenti colpe di chi ha gestito»

1commento

 
La sciarpata, l'inno, l'emozioneSulle note si «insegue un sogno»

La sciarpata, l'inno, l'emozione. Sulle note si «insegue un sogno»

 

PHOTONEWS