Domenica 22 Luglio 2018 | 05:06

appalto unico regionale

Mense, ospedali e studenti
«valgono» 37 milioni di euro

Il servizio, suddiviso in cinque lotti, dovrà essere garantito a dipendenti, degenti e studenti per 5 anni

Mense, ospedali e studenti«valgono» 37 milioni di euro

GIOVANNI RIVELLI

Un conto al ristorante da quasi 37 milioni di euro, 36 milioni, 900mila euro e qualche spicciolo per la precisione. È quello che si appresta a pagare la Regione Basilicata per i pasti di utenti e dipendenti delle proprie aziende sanitarie e dell’azienda regionale per il diritto allo studio universitario.
Il bando per l’acquisizione del servizio di «preparazione e somministrazione di pasti veicolati», è stato pubblicato la scorsa settimana dalla stazione unica appaltante della stessa Regione e le domande di partecipazione andranno presentate entro il prossimo 8 agosto.

Nel dettaglio il servizio riguarderà degenti e addetti di Asm, Asp, Ospedale San Carlo, Crob di Rionero e Ardsu per una durata di cinque anni, sommando in una delle più corpose gare di fornitura fatte in terra lucana negli ultimi anni. Tuttavia, per le aziende partecipanti non sarà possibile aggiudicarsi l’intero importo della fornitura e si potrà al massimo ambire a uno dei 5 lotti, uno per ogni azienda interessata, in cui la procedura è suddivisa, per importi variabili dai meno di 2 milioni di euro a oltre 21.

La parte meno «appetitosa», per restare in tema, è quella che riguarda l’Azienda Sanitaria locale di Potenza per la quale la spesa prevista per i cinque anni è di appena un milione e 851mila euro. Un’apparente stranezza che viene, però, subito spiegata dal fatto che, ovviamente, il San Carlo, con i relativi pasti per le degenze ospedaliere nei diversi siti, è conteggiato a parte e qui la spesa prevista sale a 21 milioni e 143mila euro. Ed è questa forse la vera novità della gara su un servizio che, ovviamente, c’è anche ora. Perché l’accorpamento dei vari ospedali sotto un’unica direzione ha portato il «pranzo» del San Carlo e diventare molto più grande, includendo oltre l’ospedale di Potenza, anche quelli di Melfi, Pescopagano e Villa d’Agri, lasciando invece i presidi di Lauria e Venosa all’Asp.

Ugualmente alta, anche se nettamente staccata, è la spesa per l’Azienda Sanitaria di Matera (dove pure sono incluse le degenze ospedaliere) e l’importo previsto e di 9 milioni e 755mila euro. A seguire l’Ardsu (2 milioni e 85mila euro) e, infine, l’Irccs Crob di Rionero per il quale l’importo a base di gara è di 2 milioni e 64mila euro.

Come detto, ogni partecipante potrà aggiudicarsi un solo lotto ma sarà possibile concorrere anche per più di uno, salvo che al momento dell’aggiudicazione, in caso di conseguimento di più «vittorie», bisognerà optare per il bando da assumere.
Il criterio di selezione delle offerte terrà conto delle proposte economicamente più vantaggiose ma con una rigida e articolata appendice sui requisiti delle materie prime da impiegare per la preparazione dei pasti. Provenienza degli alimenti, loro dimensione minima e massima, utilizzo di prodotti Dop e Igp e un forte ricorso al biologico sono dettati da disposizioni previste dai requisiti della gara. I pasti andranno forniti ovviamente sette giorni su sette per le degenze ospedaliere e dal lunedì al sabato per la ristorazione universitaria.

In ogni caso, il passaggio dal vecchio al nuovo appalto non dovrebbe creare difficoltà al personale attualmente in servizio: alla gara sono allegati gli elenchi di quanti già operano negli appalti e che dovranno essere garantiti dal nuovo gestore.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

ALTRI ARTICOLI DALLA SEZIONE

Potenza, blitz nella notte: spuntaun ripetitore. «Non è autorizzato»

Potenza, blitz nella notte: spunta un ripetitore. «Non è autorizzato»

 
Melfi, un 23enne incensuratoarrestato per spaccio di droga

Melfi, un 23enne incensurato
arrestato per spaccio di droga

 
Riesame Potenza: Pittella resta ai domiciliari

Riesame Potenza:
Pittella resta ai domiciliari

 
«Grave pericolo per la salute e acque potabili compromesse»

«Grave pericolo per la salute
e acque potabili compromesse»

 
Sequestrate due eliambulanzeil volo dei soccorsi era un pericolo

Sequestrate due eliambulanze
il volo dei soccorsi era un pericolo

 
Melfi, sequestrati impianti inceneritore: «E' pericoloso»

Melfi, sequestrati impianti inceneritore: «E' pericoloso»

 
Portavoce, l’indagine interna del Consiglio inguaia Fulgione

Portavoce, l’indagine interna
del Consiglio inguaia Fulgione

 
Sanitopoli lucana, respinta mozione di sfiducia per Pittella

Sanitopoli lucana, respinta mozione di sfiducia per Pittella

 

GDM.TV

Bari, avvistato grosso topo a Pane e Pomodoro: tranquilli è una bufala

Bari, avvistato grosso topo a Pane e Pomodoro: tranquilli è una bufala

 
Locorotondo, così il suocero tentòdi uccide il genero: «Sei morto»

Locorotondo, così il suocero tentò di uccidere il genero: «Sei morto»

 
Faida garganica, omicidio in pieno giorno a San Ferdinando

Faida garganica, omicidio in pieno giorno a San Ferdinando

 
Bari, donna prigioniera del fuoco in casa. le grida di aiuto

Bari, incendio e paura a Japigia. Le grida, il salvataggio e le testimonianze

 
Bari ai baresi

Bari ai baresi? I sogni e le voci dei biancorossi

 
Maxi sequestro a Lecce

Lecce, maxi sequestro di anabolizzanti: 500mila pasticche in un garage VIDEO

 
Commento fallimento Baricalcio di Fabrizio Nitti

Nitti (Gazzetta): «Troppo tardi. Evidenti colpe di chi ha gestito»

1commento

 
La sciarpata, l'inno, l'emozioneSulle note si «insegue un sogno»

La sciarpata, l'inno, l'emozione. Sulle note si «insegue un sogno»

 

PHOTONEWS