Domenica 22 Luglio 2018 | 13:04

L'anniversario

Festa 2 Giugno a Potenza
con De Filippo e Pittella

Festa 2 Giugno a Potenzacon De Filippo e Pittella

«Questa Festa ha una grandissima attualità perché bisogna stare ancora a tutela dei valori della democrazia e della libertà». E’ stato questo uno dei passaggi dell’intervento fatto stamani del Sottosegretario al Ministero dell’Istruzione, Vito De Filippo, a Potenza, durante una manifestazione organizzata dalla Prefettura in piazza Mario Pagano, nel centro storico del capoluogo lucano. Proprio dal tetto del Palazzo della Prefettura, durante l’esecuzione dell’Inno di Mameli, i Vigili del Fuoco hanno srotolato un grande tricolore.

De Filippo ha ricordato che «nel calendario civile del nostro Paese ci sono date molto importanti. Questa - ha aggiunto l’ex presidente della Regione Basilicata - è sicuramente la più importante perché il 2 giugno è sinonimo di parole che fanno ancora emozionare: sono quelle parole dei valori della democrazia e di libertà che, dal più infimo degrado che l'umanità ha potuto conoscere nella drammatica storia dei totalitarismi del nostro Paese e del nostro Continente, possono sventolare in maniera solida e permanente. Intorno a questi valori, che purtroppo però ancora oggi sono deturpati e sfregiati, ad esempio dal terrorismo, erede cinico delle ideologie di totalitarismo, si costruiscono tutte le opportunità e tutte le possibilità. Sono - ha proseguito il Sottosegretario - le fondamenta, le basi di tutto il resto del lavoro che le pubbliche amministrazioni, il Parlamento e il Governo sapranno svolgere. Senza i valori della democrazia e della libertà - ha concluso De Filippo - non c'è possibilità nel nostro e in nessun Paese del pianeta».

«In un momento in cui le paure stanno violando le democrazie, serve maggiore coesione sociale": così il presidente della Regione Basilicata, Marcello Pittella (Pd), a Potenza, durante le celebrazioni per la Festa della Repubblica. In piazza Mario Pagano, il governatore lucano ha aggiunto che da parte delle amministrazioni pubbliche «c'è bisogno di coraggio e c'è bisogno di far sentire a tutti l'orgoglio di essere cittadini italiani».

L’intervento del presidente della Regione è stato preceduto da quelli di uno studente (Michele Amalfi) della Consulta provinciale studentesca, del prefetto Giovanna Cagliostro e del sindaco di Potenza, Dario De Luca. «Tutti - ha evidenziato il primo cittadino potentino - siamo chiamati a cooperare affinché il lavoro venga promosso in tutte le forme ed in tutti i modi, impiegando il denaro pubblico molto di più per promuovere il lavoro che per garantire il reddito a chi è disoccupato»

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

ALTRI ARTICOLI DALLA SEZIONE

Scandalo sanita in BasilicataPittella resta, giunta con poteri

Scandalo sanita in Basilicata
Pittella resta, giunta con poteri

 
Marchionne, le 3 viste a MelfiSindacati divisi sul giudizio

Marchionne, le 3 viste a Melfi
Sindacati divisi sul giudizio
Maldarizzi: conosceva a memoria i prezzi dei concorrenti

 
Scontro con la moto in Cilento: muore un 24enne di Maratea

Scontro con la moto in Cilento: muore un 24enne di Maratea

 
Potenza, blitz nella notte: spuntaun ripetitore. «Non è autorizzato»

Potenza, blitz nella notte: spunta un ripetitore. «Non è autorizzato»

 
Melfi, un 23enne incensuratoarrestato per spaccio di droga

Melfi, un 23enne incensurato
arrestato per spaccio di droga

 
Riesame Potenza: Pittella resta ai domiciliari

Riesame Potenza:
Pittella resta ai domiciliari

 
«Grave pericolo per la salute e acque potabili compromesse»

«Grave pericolo per la salute
e acque potabili compromesse»

 
Sequestrate due eliambulanzeil volo dei soccorsi era un pericolo

Sequestrate due eliambulanze
il volo dei soccorsi era un pericolo

 

GDM.TV

Bari, avvistato grosso topo a Pane e Pomodoro: tranquilli è una bufala

Bari, avvistato grosso topo a Pane e Pomodoro: tranquilli è una bufala

 
Locorotondo, così il suocero tentòdi uccide il genero: «Sei morto»

Locorotondo, così il suocero tentò di uccidere il genero: «Sei morto»

 
Faida garganica, omicidio in pieno giorno a San Ferdinando

Faida garganica, omicidio in pieno giorno a San Ferdinando

 
Bari, donna prigioniera del fuoco in casa. le grida di aiuto

Bari, incendio e paura a Japigia. Le grida, il salvataggio e le testimonianze

 
Bari ai baresi

Bari ai baresi? I sogni e le voci dei biancorossi

 
Maxi sequestro a Lecce

Lecce, maxi sequestro di anabolizzanti: 500mila pasticche in un garage VIDEO

 
Commento fallimento Baricalcio di Fabrizio Nitti

Nitti (Gazzetta): «Troppo tardi. Evidenti colpe di chi ha gestito»

1commento

 
La sciarpata, l'inno, l'emozioneSulle note si «insegue un sogno»

La sciarpata, l'inno, l'emozione. Sulle note si «insegue un sogno»

 

PHOTONEWS