Cerca

Giovedì 19 Aprile 2018 | 15:40

Il rito in Comune

Potenza, Pierpaolo e Nezi
prima unione civile

Potenza, Pierpaolo e Neziprima unione civile

LORENZA COLICIGNO

«In nome della legge vi dichiaro uniti civilmente»: per la prima volta a Potenza è stata pronunciata questa frase da un pubblico ufficiale, l’assessore Carmen Celi, che, con indosso la fascia tricolore, ieri mattina ha costituito ufficialmente la prima unione civile del Comune di Potenza nella splendida cornice della Sala degli Specchi del Teatro Stabile. La cerimonia con cui si sono uniti civilmente PierPaolo Gastone e Nezi Sebastiano Antonio Rocher si è̀ tenuta ieri mattina, 29 aprile 2017 alle ore 12. Hanno voluto vivere questo loro momento nella più assoluta privacy. Dal momento in cui il loro sogno si è avverato, i protagonisti hanno deciso di farne partecipe la cittadinanza.

«Da tempo – ha affermato l’assessore Celi – il nostro Paese attendeva una normativa chiara che sancisse il riconoscimento pubblico, anche sul piano giuridico, di diritti e doveri di ogni coppia che, nell’amore, nel rispetto e nel reciproco sostegno, decida di condividere la vita. La legge del 20 maggio 2016, n. 76 (cosiddetta legge Cirinnà), ha rappresentato dunque un primo passo, verso il pieno riconoscimento della molteplicità di famiglie, che di fatto sono già presenti nella nostra società. Il Comune di Potenza, peraltro, già dal settembre 2016 aveva compiuto tutte le operazioni amministrative per rendere possibile l’applicazione della legge. Per me è stato davvero, e senza alcuna retorica, - ha aggiunto Celi - un grande piacere e un vero onore costituire la prima unione civile del nostro Comune e partecipare stamattina alla festa di due persone che si amano e che hanno visto riconosciuta e costituita ufficialmente la loro unione».

La cerimonia di costituzione dell’unione civile si è̀ aperta con la lettura del comma 11 della legge 76/2016: «Con la costituzione dell’unione civile tra persone dello stesso sesso le parti acquistano gli stessi diritti e assumono i medesimi doveri; dall’unione civile deriva l’obbligo reciproco all’assistenza morale e materiale e alla coabitazione. Entrambe le parti sono tenute, ciascuna in relazione alle proprie sostanze e alla propria capacità di lavoro professionale e casalingo, a contribuire ai bisogni comuni».
È stata poi data lettura del comma 12: «Le parti concordano tra loro l’indirizzo della vita familiare e fissano la residenza comune; a ciascuna delle parti spetta il potere di attuare l’indirizzo concordato». Celi ha concluso il “rito” con queste parole: «È motivo di grande orgoglio celebrare per primo un matrimonio che rappresenta una conquista di libertà̀ e di civiltà. Il matrimonio comporta diritti e doveri che insieme dovrete rispettare e di cui potrete godere. Vi auguro di continuare a volervi sempre bene».

Da oggi la Casa comunale di Potenza promette davvero d’essere la casa dei diritti e la casa di tutti. Potenza, con l’avvenimento della giornata di ieri, ha compiuto un atto concreto in direzione del rispetto di una piena parità.
Il capoluogo lucano, per altro, è una delle prime città italiane a celebrare un’unione civile. Dai giovani uniti civilmente un solo commento: «Siamo felici».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

ALTRI ARTICOLI DALLA SEZIONE

Convalidato sequestrovasche Itrec Rotondella

Convalidato sequestro
vasche Itrec Rotondella

 
Minaccia moglie, lei lo denunciaCarabinieri scoprono armi

Minaccia moglie, lei lo denuncia
Carabinieri scoprono armi

 
Basilicata, in arrivo 14mlna 7mila imprese agricole

Basilicata, in arrivo 14mln
a 7mila imprese agricole

 
Rocco Brancati

Scomparso Rocco Brancati
riferimento nel giornalismo lucano

 
Minaccia ex marito compagna scatta divieto di avvicinamento

Minaccia ex marito compagna
scatta divieto di avvicinamento

 
incidente sul lavoro

Operaio 40enne morto
sciopero di otto ore

 
Evasione fiscale per 1,3 mln in ditta commercio carburanti denunciato l’amministratore

Ditta commercio carburanti
evade il fisco per 1,3 milioni
denunciato l’amministratore

 
Stalking, il gip «confina»tre romeni nel Potentino

Stalking, il gip «confina»
tre romeni nel Potentino

 

MEDIAGALLERY

Bradanica, dopo 50 anniaperti i primi 8 chilometri

Bradanica, dopo 50 anni
aperti i primi 8 chilometri

 
Blitz notturno nella città vecchia: 21 arresti

Blitz notturno nella città vecchia: 21 arresti

 
Tentata estorsione, fermati  avvocato e maresciallo Gdf

Tentata estorsione, fermati
avvocato e maresciallo Gdf

 
Tre arresti nel Foggianoper una serie di rapine e furti

Tre arresti nel Foggiano
per una serie di rapine e furti

 
Rapina ed estorsione ad Andria arrestati minori di 16 e 17 anni

Rapina ed estorsione ad Andria, arrestati minori di 16 e 17 anni

 
Barletta, in giro uomo armato di pistola

Barletta, in giro uomo armato di pistola

 
Bari, incendio in palazzina nel quartiere Poggiofranco

Bari, incendio in palazzina nel quartiere Poggiofranco

 

LAGAZZETTA.TV

Mondo TV
Stretta Fb su privacy, c'e' parental control

Stretta Fb su privacy, c'e' parental control

 
Notiziari TV
Ansatg delle ore 15

Ansatg delle ore 15

 
Economia TV
Portabilita' Rc auto per coppie di fatto

Portabilita' Rc auto per coppie di fatto

 
Calcio TV
E Simy fa Ronaldo

E Simy fa Ronaldo

 
Meteo TV
Previsioni meteo per giovedi', 19 aprile 2018

Previsioni meteo per giovedi', 19 aprile 2018

 
Italia TV
Colpo alla rete di Messina Denaro

Colpo alla rete di Messina Denaro

 
Spettacolo TV
Il narcos piu' famoso

Il narcos piu' famoso