Cerca

Giovedì 19 Aprile 2018 | 15:35

pale della discordia

La Regione tira il freno
all'eolico «selvaggio»

Linee guida per le autorizzazioni. Si eviterà l'effetto cumulo

La Regione tira il freno  all'eolico «selvaggio»

di PIERO MIOLLA

RPOTENZA - Razionalizzare il procedimento autorizzativo, anche in riferimento alle tematiche relative alla tutela dei valori ambientali, paesaggistici e culturali che ogni territorio esprime in modo distintivo ed identitario. Il tutto, nelle more dell’approvazione del cosiddetto «Piano Paesaggistico Regionale». Con questo obiettivo la Giunta regionale guidata dal governatore Marcello Pittella ha approvato le «Linee guida per il corretto inserimento nel paesaggio degli impianti alimentati da fonti rinnovabili», pubblicate nel Bur (Bollettino Ufficiale della Regione Basilicata) del 24 marzo scorso.

In pratica l’esecutivo, chiudendo un percorso iniziato con la legge regionale 54-2015, con cui vengono recepiti i criteri per il corretto inserimento nel paesaggio e sul territorio degli impianti da fonti di energia rinnovabili ai sensi del decreto ministeriale del 10 settembre 2010, ha inteso fornire precise indicazioni ai comuni, titolari del rilascio delle autorizzazioni, fornendo appunto le linee guida cui attenersi nel valutare se concedere o meno le relative autorizzazioni.

Si tratta, hanno precisato fonti vicine a via Anzio, di disposizioni di mera natura organizzativa e non già di una vera e propria normativa. Con il provvedimento, infatti, la Giunta non assume affatto il potere di negare le autorizzazioni agli impianti, ma solo di regolamentarle, soprattutto per evitare il cosiddetto «effetto cumulo», che spesso ha fatto parlare di sé negli ultimi tempi, stante la proliferazione incontrollata di impianti di mini eolico anche in aree molto vicine ai centri abitati.

Insomma, un intervento regolamentare e nulla più. Questo l’intento della Giunta regionale che, nel caso di mancato rispetto delle linee guida, su segnalazione del singolo municipio, ha previsto che sarà proprio la Regione Basilicata a vagliare l’istanza. Attraverso i suoi uffici e dipartimenti competenti, infatti, via Anzio potrà valutare se i presupposti delle linee guida siano effettivamente rispettati nella singola istanza, o meno. Qualora lo fossero, l’autorizzazione sarà concessa. In caso contrario, invece, verrebbe richiesto all’istante di modificare la domanda autorizzativa eliminando le discrasie con le suddette linee guida. Il nuovo «pacchetto» approvato dalla Regione si propone, più in generale, di centrare alcuni macro obiettivi.

Quali? Sostenere la riduzione dei consumi di energia, promuovere lo sviluppo delle energie rinnovabili sul territorio e definire standard di qualità ambientale e paesaggistica nello sviluppo delle energie rinnovabili. Inoltre, a giudizio di via Anzio, le linee guida possono facilitare un contemperamento tra le esigenze di sviluppo economico e sociale con quelle di tutela dell’ambiente e delle risorse naturali e culturali nelle attività regionali di programmazione ed amministrative.

Il dato certo è che adesso i comuni hanno centoottanta giorni di tempo per il recepimento delle linee guida nei propri piani urbanistici, con l’eventuale possibilità di integrarle oppure di specificarle con ulteriori misure più restrittive. Sul punto, però, già ci sono state obiezioni e richiesta di moratoria da parte di vari esponenti politici, sia in riferimento alle linee guida, che ai piani dei singoli comuni.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

ALTRI ARTICOLI DALLA SEZIONE

Convalidato sequestrovasche Itrec Rotondella

Convalidato sequestro
vasche Itrec Rotondella

 
Minaccia moglie, lei lo denunciaCarabinieri scoprono armi

Minaccia moglie, lei lo denuncia
Carabinieri scoprono armi

 
Basilicata, in arrivo 14mlna 7mila imprese agricole

Basilicata, in arrivo 14mln
a 7mila imprese agricole

 
Rocco Brancati

Scomparso Rocco Brancati
riferimento nel giornalismo lucano

 
Minaccia ex marito compagna scatta divieto di avvicinamento

Minaccia ex marito compagna
scatta divieto di avvicinamento

 
incidente sul lavoro

Operaio 40enne morto
sciopero di otto ore

 
Evasione fiscale per 1,3 mln in ditta commercio carburanti denunciato l’amministratore

Ditta commercio carburanti
evade il fisco per 1,3 milioni
denunciato l’amministratore

 
Stalking, il gip «confina»tre romeni nel Potentino

Stalking, il gip «confina»
tre romeni nel Potentino

 

MEDIAGALLERY

Bradanica, dopo 50 anniaperti i primi 8 chilometri

Bradanica, dopo 50 anni
aperti i primi 8 chilometri

 
Blitz notturno nella città vecchia: 21 arresti

Blitz notturno nella città vecchia: 21 arresti

 
Tentata estorsione, fermati  avvocato e maresciallo Gdf

Tentata estorsione, fermati
avvocato e maresciallo Gdf

 
Tre arresti nel Foggianoper una serie di rapine e furti

Tre arresti nel Foggiano
per una serie di rapine e furti

 
Rapina ed estorsione ad Andria arrestati minori di 16 e 17 anni

Rapina ed estorsione ad Andria, arrestati minori di 16 e 17 anni

 
Barletta, in giro uomo armato di pistola

Barletta, in giro uomo armato di pistola

 
Bari, incendio in palazzina nel quartiere Poggiofranco

Bari, incendio in palazzina nel quartiere Poggiofranco

 

LAGAZZETTA.TV

Mondo TV
Stretta Fb su privacy, c'e' parental control

Stretta Fb su privacy, c'e' parental control

 
Notiziari TV
Ansatg delle ore 15

Ansatg delle ore 15

 
Economia TV
Portabilita' Rc auto per coppie di fatto

Portabilita' Rc auto per coppie di fatto

 
Calcio TV
E Simy fa Ronaldo

E Simy fa Ronaldo

 
Meteo TV
Previsioni meteo per giovedi', 19 aprile 2018

Previsioni meteo per giovedi', 19 aprile 2018

 
Italia TV
Colpo alla rete di Messina Denaro

Colpo alla rete di Messina Denaro

 
Spettacolo TV
Il narcos piu' famoso

Il narcos piu' famoso