Venerdì 20 Luglio 2018 | 20:37

cultura lucana

«Vendo la casa di Sinisgalli
l'ho strappata io al degrado»

L'erede testamentaria del patrimonio del poeta, Ana Maria Lutescu, e l'idea di un museo: «Nessuno mi ha risposto»

«Vendo la casa di Sinisgallil'ho strappata io al degrado»

di Rocco Brancati

L’erede testamentaria del patrimonio materiale e immateriale di Leonardo Sinisgalli, Ana Maria Lutescu, interviene con una sua nota e una intervista sulla vicenda dell’eredità del poeta-ingegnere di Montemurro all’indomani dell’intervento del Ministro dei Beni per le Attività Culturali e Turistiche Dario Franceschini che, su segnalazione del capo gabinetto del Mibact Giampaolo D’Andrea ha disposto una verifica per tutelare, scongiurandone la vendita nelle aste on-line, di una serie di «lotti» comprendenti libri, oggetti personali, arredi, ecc. Infatti la Sovrintendenza archivistica e bibliografica del Lazio ha avviato le procedure per evitare la dispersione di questo materiale.

Nel suo testamento Leonardo Sinisgalli cita una lunga serie di suoi libri, manoscritti, album, agende, quaderni, disegni e acquerelli conservati nella sua casa romana al n. 6 di via del Sassoferrato. È un materiale ancora in suo possesso, o è stato, sia pure in parte, venduto?

«Il materiale di Sinisgalli che è in mio possesso è costituito da centinaia di lettere, cartoline di personaggi importanti, foto, foglietti di appunti, quaderni di matematica, diverse collezioni, oggetti personali, scarabocchi, ecc. Devo precisare che l’unica volta che sono stati venduti pochi disegni di Sinisgalli è stata nel 2003 quando il Comune di Montemurro partecipò all’asta di via del Babuino».

Le ultime volontà del poeta sono quelle di destinare la sua casa natale a Montemurro a sede di un museo-biblioteca a lui dedicato. La casa è stata rimessa in vendita in questi ultimi giorni. A quale prezzo?

«La casa di Sinisgalli ho deciso di metterla in vendita al prezzo di 350 mila euro per questi motivi: dopo la morte del poeta quell’abitazione è stata lasciata in custodia ai nipoti per renderla disponibile come un museo. Quando c’è stata la ricorrenza del decennale dalla morte di Sinisgalli l’abbiamo ritrovata in stato di assoluto abbandono addirittura col tetto sfondato, tanto che ci pioveva dentro e piena di topi. Nonostante il parere negativo del mio compagno Rodolfo Borra ho deciso di farla restaurare con i miei risparmi. Quando è morto Rodolfo ho chiesto a tutti gli enti di aiutarmi a creare un museo sinisgalliano ma nessuno mi ha risposto».

Secondo sempre il testamento di Sinisgalli i diritti d’autore, o almeno una parte di questi diritti, «potrebbero essere la fonte di quella rendita annuale da devolvere all’Ente che custodisce il piccolo museo dedicato alla mia memoria». Qual è il suo parere in merito?

«I “diritti d’autore” che arrivano ogni anno non superano i 500 euro anche perché molti non pagano».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

ALTRI ARTICOLI DALLA SEZIONE

Riesame Potenza: Pittella resta ai domiciliari

Riesame Potenza:
Pittella resta ai domiciliari

 
«Grave pericolo per la salute e acque potabili compromesse»

«Grave pericolo per la salute
e acque potabili compromesse»

 
Sequestrate due eliambulanzeil volo dei soccorsi era un pericolo

Sequestrate due eliambulanze
il volo dei soccorsi era un pericolo

 
Melfi, sequestrati impianti inceneritore: «E' pericoloso»

Melfi, sequestrati impianti inceneritore: «E' pericoloso»

 
Portavoce, l’indagine interna del Consiglio inguaia Fulgione

Portavoce, l’indagine interna
del Consiglio inguaia Fulgione

 
Sanitopoli lucana, respinta mozione di sfiducia per Pittella

Sanitopoli lucana, respinta mozione di sfiducia per Pittella

 
«Totalgate», assolti in 4 per i lavori a Tempa Rossa

«Totalgate», assolti in 4
per i lavori a Tempa Rossa

 
Potenza, inchiesta Tempa Rossaassolti 4 dipendenti Total

Potenza, inchiesta Tempa Rossa
assolti 4 dipendenti Total

 

GDM.TV

Bari ai baresi

Bari ai baresi? I sogni e le voci dei biancorossi

 
Maxi sequestro a Lecce

Lecce, maxi sequestro di anabolizzanti: 500mila pasticche in un garage VIDEO

 
Commento fallimento Baricalcio di Fabrizio Nitti

Nitti (Gazzetta): «Troppo tardi. Evidenti colpe di chi ha gestito»

1commento

 
La sciarpata, l'inno, l'emozioneSulle note si «insegue un sogno»

La sciarpata, l'inno, l'emozione. Sulle note si «insegue un sogno»

 
Brindisi, più di 260 chili di droga nascosti in un gommone: arrestato 26enne

Brindisi, più di 260 chili di droga nascosti in un gommone: arrestato 26enne (Vd)

 
I pugliesi lo fanno meglio: ecco Roberta e il suo 'U Taràll

Roberta, 2 lauree e un sogno da giornalista: torna a Bari da Londra per fare i taralli

 
Bari, francesi cantano Marsigliese per festeggiare Coppa del Mondo

Bari, francesi cantano Marsigliese per festeggiare Coppa del Mondo Vd

 
Pio e Amedeo, l'incursione nello stadio dei Leeds: Presidente, giochiamo col Foggia?

Pio e Amedeo, l'incursione nello stadio dei Leeds: Presidente, giochiamo col Foggia?

 

PHOTONEWS