Domenica 22 Luglio 2018 | 20:39

tribunale

Tremila euro per conseguire
il diploma senza lezioni

Tremila euro per conseguireil diploma senza lezioni

di Maria Ida Settembrino

Rilascio di diplomi «facili». Con l’istruttoria dibattimentale, finisce in tribunale, a Potenza, una storia di dieci anni fa, quando due studenti diventarono artefici di un primato indiscutibile, quello di aver sostenuto gli esami in un giorno che sfuggiva al novero del calendario: il 29 febbraio di un anno non bisestile, ossia del 2007.

accertamento A finire sotto la lente d’ingrandimento della Procura di Potenza, 181 persone che a vario titolo avrebbero preso parte al reato in accertamento. Il metodo, rilevato da un’opera certosina della Guardia di Finanza, era quello della elusione dell’obbligo della frequenza in capo agli alunni. La posta in gioco era particolarmente vantaggiosa: dietro il pagamento di una retta scolastica pari a 3.000 euro da far confluire su conti correnti accesi presso filiali di Potenza, ogni pseudo studente si garantiva l’ottenimento del diploma Tecnico Commerciale, «marinando» puntualmente le lezioni e l’orario scolastico.

scuola «Gli alunni, non più in età scolastica - si legge negli atti dell’inchiesta - provenivano da diverse regioni d’Italia. La loro presenza alle lezioni era solo di tipo formale». Gli studenti, insomma, non frequentavano le lezioni, ma risultavano presenti sui registri. Circostanza su cui ha avuto modo di essere ascoltato il verbalizzante della Guardia di Finanza, D’Apolito che nell’udienza di ieri al chiuso dell’aula Pagano ha dato voce alle rilevazioni documentali contenute sui registri finiti nel calderone al pari di dirigenti scolastici, responsabili delle scuole e insegnanti.

dirigenti Certo è che a rispondere delle accuse che per vario titolo sono maturate nel prosieguo della fase dibattimentale, un ruolo chiave giocheranno coloro che, in quanto figure apicali degli istituti scolastici coinvolti nello scandalo, hanno assunto la veste di veri e propri promotori della presunta associazione a delinquere operante in diversi centri del territorio lucano.

accusa Ormai, più che alla ribalta sono i loro nomi e il loro raggio d’azione: Angelo Scaringi, presidente della Scuola nazionale, gestore degli istituti paritari (Tecnico per il turismo Mario Pagano e Tencino Commerciale Besta di Scanzano Jonico e Istituto tecnico per geometri e commerciale Pitagora di Potenza), Massimo Branca, amministratore unico della Cedifor Srl e gestore dell’Istituto tecnico per geometri Falcone e Borsellino di Viggianello, Prospero Massari, direttore amministrativo e direttore tecnico degli istituti Tecnico per il turismo Mario Pagano e Tecnico commerciale Besta di Scanzano, Filomena Lucca, dirigente scolastico dell’Istituto tecnico per geometri Pitagora di Potenza, Domenico Luongo, dirigente scolastico dell’Istituto tecnico per il turismo Mario Pagano e Istituto tecnico commerciale Besta di Scanzano, Mattia Dideco, dirigente scolastico dell’Istituto tecnico per geometri Falcone e Borsellino di Viggianello. All’esordio di ben 10 lunghi anni, il prossimo 14 febbraio con l’ascolto dei testi del pubblico ministero, si sancirà l’inizio dell’istruttoria dibattimentale.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

ALTRI ARTICOLI DALLA SEZIONE

Scandalo sanita in BasilicataPittella resta, giunta con poteri

Scandalo sanita in Basilicata
Pittella resta, giunta con poteri

 
Marchionne, le 3 viste a MelfiSindacati divisi sul giudizio

Marchionne, le 3 viste a Melfi
Sindacati divisi sul giudizio
Maldarizzi: conosceva a memoria i prezzi dei concorrenti

 
Scontro con la moto in Cilento: muore un 24enne di Maratea

Scontro con la moto in Cilento: muore un 24enne di Maratea

 
Potenza, blitz nella notte: spuntaun ripetitore. «Non è autorizzato»

Potenza, blitz nella notte: spunta un ripetitore. «Non è autorizzato»

 
Melfi, un 23enne incensuratoarrestato per spaccio di droga

Melfi, un 23enne incensurato
arrestato per spaccio di droga

 
Riesame Potenza: Pittella resta ai domiciliari

Riesame Potenza:
Pittella resta ai domiciliari

 
«Grave pericolo per la salute e acque potabili compromesse»

«Grave pericolo per la salute
e acque potabili compromesse»

 
Sequestrate due eliambulanzeil volo dei soccorsi era un pericolo

Sequestrate due eliambulanze
il volo dei soccorsi era un pericolo

 

GDM.TV

Bari, avvistato grosso topo a Pane e Pomodoro: tranquilli è una bufala

Bari, avvistato grosso topo a Pane e Pomodoro: tranquilli è una bufala

 
Locorotondo, così il suocero tentòdi uccide il genero: «Sei morto»

Locorotondo, così il suocero tentò di uccidere il genero: «Sei morto»

 
Faida garganica, omicidio in pieno giorno a San Ferdinando

Faida garganica, omicidio in pieno giorno a San Ferdinando

 
Bari, donna prigioniera del fuoco in casa. le grida di aiuto

Bari, incendio e paura a Japigia. Le grida, il salvataggio e le testimonianze

 
Bari ai baresi

Bari ai baresi? I sogni e le voci dei biancorossi

 
Maxi sequestro a Lecce

Lecce, maxi sequestro di anabolizzanti: 500mila pasticche in un garage VIDEO

 
Commento fallimento Baricalcio di Fabrizio Nitti

Nitti (Gazzetta): «Troppo tardi. Evidenti colpe di chi ha gestito»

1commento

 
La sciarpata, l'inno, l'emozioneSulle note si «insegue un sogno»

La sciarpata, l'inno, l'emozione. Sulle note si «insegue un sogno»

 

PHOTONEWS