Venerdì 20 Luglio 2018 | 16:49

tubature inadeguate

Il gelo mette a nudo la fragilità
della rete idrica in Basilicata

Erogazione sospesa in molti comuni. Servono investimenti

Acqua

PIERO MIOLLA

Più acqua scende dal cielo, sia sotto forma di pioggia che di neve, meno ne viene fuori dai rubinetti dei lucani. È una consuetudine che spesso sperimentiamo sulla nostra pelle. In questi giorni di neve e gelo, infatti, praticamente in tutti e 131 i comuni di Basilicata l’erogazione idrica è stata garantita a singhiozzo. Per gli utenti la responsabilità è di chi gestisce il servizio, cioè di Aql. Per la società, invece, delle temperature eccezionali e del periodo prolungato di gelo. Si spiegherebbero così tubature gelate, contatori scoppiati, mancanza di pressione nei tubi e svuotamento dei serbatoi cittadini determinati dalle precedenti sospensioni idriche.

La rottura sulla condotta del Frida ha lasciato a secco tanti comuni per almeno 3 giorni. Questo, però, è stato solo l’evento clou: quasi tutti i lucani, infatti, hanno subito altri piccoli disagi. A cosa sono dovuti tutti questi disguidi? D’accordo il gelo prolungato, al quale non siamo abituati, ma c’è anche un problema di tipo strutturale che riguarda non solo la vetustà della rete, ma anche le zone nelle quali i tubi vengono fatti passare. Il caso del Frida è emblematico: si è dovuti intervenire con un elicottero in condizioni quasi estreme. La vera domanda, però, è: nelle zone alpine, quando la temperatura scende sotto lo zero (e accade per periodi ben più lunghi di quelli che, nostro malgrado, abbiamo dovuto sopportare in questo inizio di 2017), si verificano gli stessi problemi?

Probabilmente no. Come anche da Aql lasciano intendere, infatti, nel Nord attrezzato c’è un’altra situazione. E allora, perché non si investe su nuove tecnologie, condutture (o tracciati che escludano le condotte da zone particolarmente soggette a smottamenti o, almeno, le collochino in aree di facile accesso), così come su nuovi contatori più resistenti al gelo, se esistono? Perché, rispondono da Aql, la società è solo un gestore. È la Regione Basilicata che deve investire e fornire i soldi necessari per questo cambiamento radicale. Insomma, par di capire, anche per vedersi garantito con continuità un servizio che, tra l’altro, pagano, i lucani devono aspettare che via Anzio decida di investire di più per eliminare la vetustà della rete invece di pensare solo ad incarichi e poltrone. Sebbene si tratti di un intervento costoso, nel lungo periodo esso tornerebbe sicuramente a vantaggio delle casse pubbliche, considerando che il marasma di questi giorni ha indubbiamente inciso sul bilancio di Aql, sia sotto forma di interventi di emergenza, che di eventuali risarcimenti dei danni ai cittadini.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Commenti all'articolo

  • Gaute

    16 Gennaio 2017 - 18:06

    Scusate ce non scrive bene loro bella lingua. Un piccolo proposto da mia esperienze in campagna norvegese. Quanto arriva il gelo, lasciare un rubinetto pochissimo aperto, creando un po’ di movimenti in tubi. Gaute Birkeland, Locorotondo

    Rispondi

ALTRI ARTICOLI DALLA SEZIONE

Riesame Potenza: Pittella resta ai domiciliari

Riesame Potenza:
Pittella resta ai domiciliari

 
«Grave pericolo per la salute e acque potabili compromesse»

«Grave pericolo per la salute
e acque potabili compromesse»

 
Sequestrate due eliambulanzeil volo dei soccorsi era un pericolo

Sequestrate due eliambulanze
il volo dei soccorsi era un pericolo

 
Melfi, sequestrati impianti inceneritore: «E' pericoloso»

Melfi, sequestrati impianti inceneritore: «E' pericoloso»

 
Portavoce, l’indagine interna del Consiglio inguaia Fulgione

Portavoce, l’indagine interna
del Consiglio inguaia Fulgione

 
Sanitopoli lucana, respinta mozione di sfiducia per Pittella

Sanitopoli lucana, respinta mozione di sfiducia per Pittella

 
«Totalgate», assolti in 4 per i lavori a Tempa Rossa

«Totalgate», assolti in 4
per i lavori a Tempa Rossa

 
Potenza, inchiesta Tempa Rossaassolti 4 dipendenti Total

Potenza, inchiesta Tempa Rossa
assolti 4 dipendenti Total

 

GDM.TV

Maxi sequestro a Lecce

Lecce, maxi sequestro di anabolizzanti: 500mila pasticche in un garage VIDEO

 
Commento fallimento Baricalcio di Fabrizio Nitti

Nitti (Gazzetta): «Troppo tardi. Evidenti colpe di chi ha gestito»

 
La sciarpata, l'inno, l'emozioneSulle note si «insegue un sogno»

La sciarpata, l'inno, l'emozione. Sulle note si «insegue un sogno»

 
Brindisi, più di 260 chili di droga nascosti in un gommone: arrestato 26enne

Brindisi, più di 260 chili di droga nascosti in un gommone: arrestato 26enne (Vd)

 
I pugliesi lo fanno meglio: ecco Roberta e il suo 'U Taràll

Roberta, 2 lauree e un sogno da giornalista: torna a Bari da Londra per fare i taralli

 
Bari, francesi cantano Marsigliese per festeggiare Coppa del Mondo

Bari, francesi cantano Marsigliese per festeggiare Coppa del Mondo Vd

 
Pio e Amedeo, l'incursione nello stadio dei Leeds: Presidente, giochiamo col Foggia?

Pio e Amedeo, l'incursione nello stadio dei Leeds: Presidente, giochiamo col Foggia?

 
Di Maio a Matera: «Via Pittella, non si gioca con la sanità»

Di Maio a Matera: «Via Pittella, non si gioca con la sanità»

 

PHOTONEWS