Sabato 21 Luglio 2018 | 19:40

LATRONICO

Il biscotto tipico dà lavoro
a una decina di disoccupati

Un prodotto che promuove anche il territorio

Il biscotto tipico dà lavoro a una decina di disoccupati

di Antonietta Zaccara

Il biscotto a otto di Latronico, dopo essere diventato prodotto tipico nazionale, diventa occasione di lavoro per una decina di disoccupati. I fratelli Viola seguendo la scia e con l’aiuto di mamma Donata e papà Vincenzo che già da 15 anni operano nel settore, hanno aperto sulla Sinnica in agro di Seluci, un nuovo biscottificio. A inaugurarlo, alla presenza di cittadini, autorità religiose, civili e militari, mons. Vincenzo Orofino, vescovo della diocesi di Tursi Lagonegro.

«Il nostro impegno - ha detto Egidio, che insieme a Luigi e Mariagrazia hanno dato vita all’attività - è di dare rilevanza a questo prodotto, con questo diamo rilevanza anche al nostro territorio sul piano lavorativo, socio economico, enogastronomico e culturale». Il vescovo prima della preghiera di benedizione ha ricordato: «un’impresa come questa dice tutti quei valori appena accennati, il primo la famiglia, una famiglia solida, unita che pensa anche al lavoro in funzione della sua unità».

C’è il sacrificio dei genitori, infatti, l’intraprendenza dei figli però un’impresa che guarda al futuro, futuro suo e della società. «Noi - ha continuato il presule - ci lamentiamo sempre dello spopolamento, i nostri territori si popolano così creando lavoro e permettendo ai giovani di stare qui, come hanno fatto loro creando lavoro e non aspettando. Noi normalmente siamo abituati ad aspettare qualcuno che ci offre un lavoro e invece dobbiamo imparare da questa famiglia che si guarda attorno e crea lavoro per se e per gli altri. L’esempio di questa famiglia può essere di aiuto a tutti. Le varie istituzioni guardano a queste iniziative con speranza, lo dico sempre la speranza della Basilicata sono i lucani cioè il popolo lucano. Il dramma in questo momento della Basilicata, è la distanza che c’è tra il popolo e le sue guide, tra chi guida il popolo e la gente di questa terra che chiede, che fa domanda per essere protagonista».

Un protagonismo quello della famiglia Viola che da un lato crea lavoro e dall’altro promuove non solo a livello nazionale la sua terra attraverso la riscoperta di uno dei suoi prodotti tipici.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

ALTRI ARTICOLI DALLA SEZIONE

Potenza, blitz nella notte: spuntaun ripetitore. «Non è autorizzato»

Potenza, blitz nella notte: spunta un ripetitore. «Non è autorizzato»

 
Melfi, un 23enne incensuratoarrestato per spaccio di droga

Melfi, un 23enne incensurato
arrestato per spaccio di droga

 
Riesame Potenza: Pittella resta ai domiciliari

Riesame Potenza:
Pittella resta ai domiciliari

 
«Grave pericolo per la salute e acque potabili compromesse»

«Grave pericolo per la salute
e acque potabili compromesse»

 
Sequestrate due eliambulanzeil volo dei soccorsi era un pericolo

Sequestrate due eliambulanze
il volo dei soccorsi era un pericolo

 
Melfi, sequestrati impianti inceneritore: «E' pericoloso»

Melfi, sequestrati impianti inceneritore: «E' pericoloso»

 
Portavoce, l’indagine interna del Consiglio inguaia Fulgione

Portavoce, l’indagine interna
del Consiglio inguaia Fulgione

 
Sanitopoli lucana, respinta mozione di sfiducia per Pittella

Sanitopoli lucana, respinta mozione di sfiducia per Pittella

 

GDM.TV

Bari, avvistato grosso topo a Pane e Pomodoro: tranquilli è una bufala

Bari, avvistato grosso topo a Pane e Pomodoro: tranquilli è una bufala

 
Locorotondo, così il suocero tentòdi uccide il genero: «Sei morto»

Locorotondo, così il suocero tentò di uccidere il genero: «Sei morto»

 
Faida garganica, omicidio in pieno giorno a San Ferdinando

Faida garganica, omicidio in pieno giorno a San Ferdinando

 
Bari, donna prigioniera del fuoco in casa. le grida di aiuto

Bari, incendio e paura a Japigia. Le grida, il salvataggio e le testimonianze

 
Bari ai baresi

Bari ai baresi? I sogni e le voci dei biancorossi

 
Maxi sequestro a Lecce

Lecce, maxi sequestro di anabolizzanti: 500mila pasticche in un garage VIDEO

 
Commento fallimento Baricalcio di Fabrizio Nitti

Nitti (Gazzetta): «Troppo tardi. Evidenti colpe di chi ha gestito»

1commento

 
La sciarpata, l'inno, l'emozioneSulle note si «insegue un sogno»

La sciarpata, l'inno, l'emozione. Sulle note si «insegue un sogno»

 

PHOTONEWS