Giovedì 19 Luglio 2018 | 10:05

Le polemiche per la diretta Rai

Capodanno in piazza
saltano i pali di Gae Aulenti

Capodanno in piazza saltano i pali di Gae Aulenti

Luigia Ierace

Il nuovo giorno deve aver portato buoni consigli. È stato cosi, ieri mattina, con i pali di piazza Mario Pagano. «Inamovibili», al punto da costringere l’impresa, l’assessore Falotico e il sindaco De Luca, venerdì sera ad arrendersi, bloccando tutto e rinunciando a proseguire l’attività, proprio mentre nelle stesse ore, uno dei progettisti del team dell’architetto Gae Aulenti, Antonio Maroscia, dichiarava alla Gazzetta «di non essere mai stato sentito sullo spostamento dei pali per l’allestimento del palco e le riprese del Capodanno della Rai».

Poi, a sorpresa, dopo meno di 24 ore, tutte le perplessità sono svanite e i pali, sollevati da terra, sono «caduti», uno dopo l’altro fino alle 17.25, quando l’ultimo rimosso, ha abbandonato la piazza, su un camion. Sono rimasti in piedi solo quelli sul lato delle magnolie (le piante non sarebbero proprio riusciti a spostarle!).

Allora, cosa è cambiato, anche a fronte del grido di allarme lanciato dallo stesso progettista: «speriamo sia un guaio temporaneo che non rovini il cuore del centro storico», e dello stesso tecnico che ha curato il rivestimento dei pali sulle «cautele da usare nella movimentazione degli stessi, raccomandando l’uso di fasce e non di catene e di adagiare i pali evitando di strisciarli». In sostanza, è un problema ben più grave quello che emerge da questa vicenda: «non si può programmare un intervento senza sapere cosa si deve rimuovere e come va rimosso. E che la presenza del progettista sarebbe stata utile: insomma non contattare a monte chi ha realizzato il progetto è stato controproducente».

A quel punto, però, inutile ogni recriminazione. «La piazza e i pali - come hanno sottolineato i progettisti - sono delle creature che abbiamo sentito nostre e un senso di responsabilità ci ha spinti a non assistere passivamente a quanto stava accadendo». In poche ore dallo stop di venerdì alla mattina di sabato, è partito il tam-tam, tra i progettisti, e preso atto che «i danni al rivestimento, dei pali, sono secondari e riparabili con gli accorgimenti del caso, ma il danno strutturale poteva essere davvero grave», è arrivato, gradito e risolutivo, l’intervento di chi ha progettato l’opera e ne conosce tutti i «segreti» e senza la cui supervisione non si sarebbe riusciti a portare avanti l’opera.

È accaduto quello che si sarebbe dovuto fare dall’inizio. Certo in piazza, non si è visto nessuno dei progettisti. Ma i loro consigli hanno consentito all’impresa di proseguire nei lavori, sciolti i dubbi. «Tutto tranquillo? I pali potranno tornare al loro posto senza problemi strutturali? Senza danni alla pavimentazione». L’impresa si dice serena. «Certo i pali dovranno essere ripuliti, alcuni, del resto, erano stati anche imbrattati; sarà quindi necessario un intervento di manutenzione. Poi si dovrà intervenire sui basamenti».

E i costi? Su chi graveranno? Gli interrogativi sarebbero tanti ma non da rivolgere a chi sta seguendo i lavori. Se ne parlerà dopo il concerto. Per ora, tolti i pali, tolto il problema per il grande show della Rai di Capodanno dalla piazza di Potenza. In una piazza che non esiste più. Quella di ieri sera e dei prossimi giorni non è «la più elegante piazza contemporanea di Gae Aulenti». Mentre imperversano le polemiche di «piazza», nella piazza delle polemiche. Ferita, con i pali «caduti» nella battaglia di Capodanno.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

ALTRI ARTICOLI DALLA SEZIONE

Portavoce, l’indagine interna del Consiglio inguaia Fulgione

Portavoce, l’indagine interna
del Consiglio inguaia Fulgione

 
Sanitopoli lucana, respinta mozione di sfiducia per Pittella

Sanitopoli lucana, respinta mozione di sfiducia per Pittella

 
«Totalgate», assolti in 4 per i lavori a Tempa Rossa

«Totalgate», assolti in 4
per i lavori a Tempa Rossa

 
Potenza, inchiesta Tempa Rossaassolti 4 dipendenti Total

Potenza, inchiesta Tempa Rossa
assolti 4 dipendenti Total

 
Inchiesta sanità, ex presidentePittella (Pd) resta ai domiciliari

Inchiesta sanità, ex presidente
Pittella (Pd) resta ai domiciliari

 
Lascia la toga per indossare il camice del gelataio

Lascia la toga per indossare
il camice del gelataio

 
Melfi, Ronaldo più forte della protestaFca: un flop; Ubs di sciopero riuscito

Melfi, Ronaldo più forte della protesta. Fca: un flop; Ubs: sciopero riuscito

 
CorteConti frena su 39 norme anche sui soldi al Frecciarossa

CorteConti frena su 39 norme
anche sui soldi al Frecciarossa

 

GDM.TV

Maxi sequestro a Lecce

Lecce, maxi sequestro di anabolizzanti: 500mila pasticche in un garage VIDEO

 
Commento fallimento Baricalcio di Fabrizio Nitti

Nitti (Gazzetta): «Troppo tardi. Evidenti colpe di chi ha gestito»

 
La sciarpata, l'inno, l'emozioneSulle note si «insegue un sogno»

La sciarpata, l'inno, l'emozione. Sulle note si «insegue un sogno»

 
Brindisi, più di 260 chili di droga nascosti in un gommone: arrestato 26enne

Brindisi, più di 260 chili di droga nascosti in un gommone: arrestato 26enne (Vd)

 
I pugliesi lo fanno meglio: ecco Roberta e il suo 'U Taràll

Roberta, 2 lauree e un sogno da giornalista: torna a Bari da Londra per fare i taralli

 
Bari, francesi cantano Marsigliese per festeggiare Coppa del Mondo

Bari, francesi cantano Marsigliese per festeggiare Coppa del Mondo Vd

 
Pio e Amedeo, l'incursione nello stadio dei Leeds: Presidente, giochiamo col Foggia?

Pio e Amedeo, l'incursione nello stadio dei Leeds: Presidente, giochiamo col Foggia?

 
Di Maio a Matera: «Via Pittella, non si gioca con la sanità»

Di Maio a Matera: «Via Pittella, non si gioca con la sanità»

 

PHOTONEWS