Cerca

Lunedì 23 Aprile 2018 | 17:21

I risultati di una indagine

Ai lucani gli stipendi
più «leggeri» d'Italia

I peggio retribuiti nel settore privato sono i lavoratori del Materano

Ai lucani gli stipendipiù «leggeri» d'Italia

PIERO MIOLLA
I lavoratori del settore privato della provincia di Matera sono tra i peggio retribuiti in Italia: il Materano, infatti, è al penultimo posto nella classifica delle province italiane redatta da «Geography Index 2016», realizzato dall’Osservatorio Jobpricing, la classifica della retribuzione media rilevata nelle 110 province italiane tra i dipendenti del settore privato. In particolare, la situazione è in peggioramento rispetto all’anno scorso: Matera, infatti, ha perso ben 14 posizioni, facendo registrare la peggiore performance in assoluto in Italia, in condominio con la provincia di Forlì-Cesena.

Se Matera piange, però, Potenza non ride visto che occupa la novantaduesima posizione, con un arretramento di 2 posti rispetto al 2015. Un lavoratore materano guadagna mediamente in un anno 23.340 euro, mentre uno potentino 24.361, a fronte di una media italiana che si attesta su 29.176 euro. Complessivamente la Basilicata è, dunque, la regione con il più basso livello retributivo nel settore privato: fatti pari a 100 gli euro guadagnati di media in Italia, l’indice di Jobpricing ci dice che in Basilicata essi scendono a 82,4, mentre in Lombardia, la regione più ricca, diventano più di 108. La nostra regione, dunque, ha peggiorato la propria performance rispetto al 2015, quando occupava la penultima posizione. In generale le retribuzioni del Sud e delle isole si fermano a circa 3.400 euro sotto la media nazionale, con una differenza rispetto al Nord del 17,9 per cento e, rispetto al Centro, dell’11,9.

Non è un caso, quindi, che gli ultimi posti della classifica accolgano regioni come Molise, Calabria e Basilicata. Va però precisato che le retribuzioni del Nord sono il risultato di forze compresenti e che si autoalimentano: da una parte, infatti, c’è la natura del mercato occupazionale, che riflette un tessuto imprenditoriale maggiormente contraddistinto rispetto ad altre regioni da figure specialistiche e manageriali, che alzano il valore medio degli stipendi di quei territori. Dall’altra, invece, c’è un maggior costo della vita in quelle aree che contribuisce a controbilanciare le disparità reddituali. In questo panorama, la Lombardia, come detto, continua ad essere la regione con le retribuzioni medie più alte (31.542 euro), seguita dal Trentino-Alto Adige (30.721) e dall’Emilia-Romagna (30.240).

Al Centro, invece, emerge il Lazio (29.878 euro) che, tuttavia, perde una posizione nella graduatoria generale, collocandosi quinto. Rispetto al 2015, inoltre, Toscana, Campania, Umbria, Abruzzo, Sardegna e Calabria hanno espresso un migliore rapporto con la retribuzione media nazionale, sebbene si collochino comunque nella seconda metà della classifica. La vera spaccatura, però, è tra le retribuzioni di coloro che occupano ruoli più bassi nel mercato del lavoro e quelle dei manager di livello medio/alto: un anno di retribuzioni di un amministratore delegato, infatti, corrisponde addirittura a 11 anni di un operaio.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

ALTRI ARTICOLI DALLA SEZIONE

Potenza, picchia una bimba disabile arrestato un insegnante di sostegno

Potenza, picchia bimba disabile
arrestato insegnante di sostegno

 
«Più che strategico è un piano tragico»

«Più che strategico
è un piano tragico»

 
Sport, i valori raccontatidai filmare lucani

Sport, i valori raccontati
dai filmare lucani

 
Confesercenti, a Potenzachiudono 9 ditte al giorno

Confesercenti, a Potenza
chiudono 9 ditte al giorno

 
Convalidato sequestrovasche Itrec Rotondella

Convalidato sequestro
vasche Itrec Rotondella

 
Minaccia moglie, lei lo denunciaCarabinieri scoprono armi

Minaccia moglie, lei lo denuncia
Carabinieri scoprono armi

 
Basilicata, in arrivo 14mlna 7mila imprese agricole

Basilicata, in arrivo 14mln
a 7mila imprese agricole

 
Rocco Brancati

Scomparso Rocco Brancati
riferimento nel giornalismo lucano

 

MEDIAGALLERY

Lecce, bullismo a scuola

Lecce, bullismo a scuola

 
L'inseguimento in mare dello scafista con una tonnellata di droga al largo delle coste salentine

L'inseguimento in mare dello scafista con una tonnellata di droga al largo coste salentine

 
La commessa della gioielleria veneta aggredita e sequestrata dai rapinatori brindisini

La commessa della gioielleria veneta aggredita e sequestrata dai rapinatori brindisini

 
Calabria, assalto al caveau: polizia arresta componenti banda

Calabria, assalto al caveau: polizia arresta componenti banda

 
Puglia, Papa Francesco ad Alessano

Puglia, Papa Francesco ad Alessano

 
Papa Francesco celebra messa a Molfetta

Papa Francesco celebra messa a Molfetta

 
Papa Francesco

Papa Francesco da Alessano a Molfetta: tappe sui luoghi di don Tonino Bello

 

LAGAZZETTA.TV

Mondo TV
'It's a Boy!'

'It's a Boy!'

 
Notiziari TV
Ansatg delle ore 15

Ansatg delle ore 15

 
Spettacolo TV
Gazebo, 16 brani per un tuffo nella italo disco

Gazebo, 16 brani per un tuffo nella italo disco

 
Italia TV
Anziano in coma dopo aggressione, il video delle telecamere di sorveglianza

Anziano in coma dopo aggressione, il video delle telecamere di sorveglianza

 
Economia TV
Cresce forbice sociale, a piu' poveri solo 1,8% redditi

Cresce forbice sociale, a piu' poveri solo 1,8% redditi

 
Meteo TV
Previsioni meteo per martedi', 24 aprile 2018

Previsioni meteo per martedi', 24 aprile 2018

 
Calcio TV
Serie A, Napoli batte Juve a Torino e riapre campionato

Serie A, Napoli batte Juve a Torino e riapre campionato

 
Sport TV
Motogp, oggi le libere ad Austin

Motogp, oggi le libere ad Austin