Martedì 17 Luglio 2018 | 00:26

I risultati di una indagine

Ai lucani gli stipendi
più «leggeri» d'Italia

I peggio retribuiti nel settore privato sono i lavoratori del Materano

Ai lucani gli stipendipiù «leggeri» d'Italia

PIERO MIOLLA
I lavoratori del settore privato della provincia di Matera sono tra i peggio retribuiti in Italia: il Materano, infatti, è al penultimo posto nella classifica delle province italiane redatta da «Geography Index 2016», realizzato dall’Osservatorio Jobpricing, la classifica della retribuzione media rilevata nelle 110 province italiane tra i dipendenti del settore privato. In particolare, la situazione è in peggioramento rispetto all’anno scorso: Matera, infatti, ha perso ben 14 posizioni, facendo registrare la peggiore performance in assoluto in Italia, in condominio con la provincia di Forlì-Cesena.

Se Matera piange, però, Potenza non ride visto che occupa la novantaduesima posizione, con un arretramento di 2 posti rispetto al 2015. Un lavoratore materano guadagna mediamente in un anno 23.340 euro, mentre uno potentino 24.361, a fronte di una media italiana che si attesta su 29.176 euro. Complessivamente la Basilicata è, dunque, la regione con il più basso livello retributivo nel settore privato: fatti pari a 100 gli euro guadagnati di media in Italia, l’indice di Jobpricing ci dice che in Basilicata essi scendono a 82,4, mentre in Lombardia, la regione più ricca, diventano più di 108. La nostra regione, dunque, ha peggiorato la propria performance rispetto al 2015, quando occupava la penultima posizione. In generale le retribuzioni del Sud e delle isole si fermano a circa 3.400 euro sotto la media nazionale, con una differenza rispetto al Nord del 17,9 per cento e, rispetto al Centro, dell’11,9.

Non è un caso, quindi, che gli ultimi posti della classifica accolgano regioni come Molise, Calabria e Basilicata. Va però precisato che le retribuzioni del Nord sono il risultato di forze compresenti e che si autoalimentano: da una parte, infatti, c’è la natura del mercato occupazionale, che riflette un tessuto imprenditoriale maggiormente contraddistinto rispetto ad altre regioni da figure specialistiche e manageriali, che alzano il valore medio degli stipendi di quei territori. Dall’altra, invece, c’è un maggior costo della vita in quelle aree che contribuisce a controbilanciare le disparità reddituali. In questo panorama, la Lombardia, come detto, continua ad essere la regione con le retribuzioni medie più alte (31.542 euro), seguita dal Trentino-Alto Adige (30.721) e dall’Emilia-Romagna (30.240).

Al Centro, invece, emerge il Lazio (29.878 euro) che, tuttavia, perde una posizione nella graduatoria generale, collocandosi quinto. Rispetto al 2015, inoltre, Toscana, Campania, Umbria, Abruzzo, Sardegna e Calabria hanno espresso un migliore rapporto con la retribuzione media nazionale, sebbene si collochino comunque nella seconda metà della classifica. La vera spaccatura, però, è tra le retribuzioni di coloro che occupano ruoli più bassi nel mercato del lavoro e quelle dei manager di livello medio/alto: un anno di retribuzioni di un amministratore delegato, infatti, corrisponde addirittura a 11 anni di un operaio.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

ALTRI ARTICOLI DALLA SEZIONE

CorteConti frena su 39 norme anche sui soldi al Frecciarossa

CorteConti frena su 39 norme
anche sui soldi al Frecciarossa

 
Furto sacrilego nella chiesa, rubato l’oro della Madonna

Furto sacrilego nella chiesa, rubato l’oro della Madonna

 
Nel Potentino scoperta truffa on line, una denuncia

Nel Potentino scoperta truffa on line, una denuncia

 
Via Sacra e L.go Pedio «pronti entro l’estate»

Via Sacra e L.go Pedio «pronti entro l’estate»

 
Potenza, migranti in marcia per la Giornata della Pace

Migranti, nel Potentino due denunce dei Carabinieri

 
Scandalo sanità in BasilicataPittella domani dal giudice.Sulla candidatura non molla

Scandalo sanità in Basilicata
Pittella oggi dal giudice.
Sulla candidatura non molla

 
Potenza si candida a Città europea dello Sport 2021

Potenza si candida a Città europea dello Sport 2021

 

GDM.TV

Commento fallimento Baricalcio di Fabrizio Nitti

Nitti (Gazzetta): «Troppo tardi. Evidenti colpe di chi ha gestito»

 
La sciarpata, l'inno, l'emozioneSulle note si «insegue un sogno»

La sciarpata, l'inno, l'emozione. Sulle note si «insegue un sogno»

 
Brindisi, più di 260 chili di droga nascosti in un gommone: arrestato 26enne

Brindisi, più di 260 chili di droga nascosti in un gommone: arrestato 26enne (Vd)

 
I pugliesi lo fanno meglio: ecco Roberta e il suo 'U Taràll

Roberta, 2 lauree e sogno da giornalista: torna a Bari da Londra per fare i taralli

 
Bari, francesi cantano Marsigliese per festeggiare Coppa del Mondo

Bari, francesi cantano Marsigliese per festeggiare Coppa del Mondo Vd

 
Pio e Amedeo, l'incursione nello stadio dei Leeds: Presidente, giochiamo col Foggia?

Pio e Amedeo, l'incursione nello stadio dei Leeds: Presidente, giochiamo col Foggia?

 
Di Maio a Matera: «Via Pittella, non si gioca con la sanità»

Di Maio a Matera: «Via Pittella, non si gioca con la sanità»

 
Auto contro scooter sulla ss100: morto un 62enne

Auto contro scooter sulla ss100: morto un 62enne

 

PHOTONEWS