Domenica 22 Luglio 2018 | 09:11

Potrebbe saltare il finanziamento

Basento-Bradano a rischio
i 65 milioni per lo schema

La Regione potrebbe pagare danni per 7 milioni

Basento-Bradano a rischio i 65 milioni per lo schema

Lo schema irriguo «Basento-Bradano» rischia

di Antonio Massaro

GENZANO - Il completamento funzionale dello schema irriguo «Basento-Bradano» rischia di non vedere mai la luce. E questo dopo circa 40 anni di attesa e di una marea di soldi pubblici spesi.

È la sintesi dopo l’accusa della D’Agostino Costruzioni Generali, la ditta aggiudicataria dell’appalto come da sentenza del Consiglio di Stato. «La Regione Basilicata e il Consorzio di Bonifica Vulture – Alto Bradano - sottolinea Angelo Panza amministratore delegato della ditta avellinese - sono ad un passo dal perdere 65 milioni di euro destinati ai lavori di completamento del “distretto G” opere di adduzione e distribuzione irrigua a valle di Genzano».

«Un rischio - prosegue Panza - determinato dalla incomprensibile e ingiustificata inerzia di questi due enti che, per ragioni che non è dato conoscere, non procedono alla sottoscrizione del contratto con la D’Agostino». Va ricordato che il Consorzio di Bonifica Vulture – Alto Bradano il 5 aprile scorso ha confermato l’aggiudicazione definitiva dell’appalto alla ditta campana. Il Consorzio, con lettera del 21 giugno 2016, ha richiesto alla D’Agostino Costruzioni di presentare documentazione «al fine di dare corso alla sottoscrizione del contratto di appalto, adempimento puntualmente osservato dall'impresa».

«Nonostante ciò - rincara la dose Panza - il Consorzio di Bonifica non ha mai più provveduto a sottoscrivere il contratto lasciando illegittimamente in sospeso il relativo procedimento. La D’Agostino pertanto, dopo ben quattro diffide, si è vista costretta a depositare a metà novembre ricorso al Tar Basilicata per chiedere che la Regione, e per essa il Consorzio di Bonifica siano condannati, entro trenta giorni, a stipulare il contratto di appalto nelle forme di legge, chiedendo contestualmente che sia subito nominato, per il caso di perdurante inerzia, un commissario ad acta. E ancora. L’impresa ha chiesto la condanna di Regione Basilicata e Consorzio di Bonifica Vulture al pagamento di circa 7 milioni di euro di danni subìti in conseguenza dell’inosservanza del termine di conclusione del procedimento amministrativo». «La D’Agostino conclude Panza - auspica, che la Regione Basilicata, e il Consorzio Vulture – Alto Bradano, provvedano tempestivamente alla sottoscrizione del contratto di appalto. In mancanza, la perdita del finanziamento che ne conseguirebbe non solo lederebbe i diritti dell’impresa aggiudicataria, ma impedirebbe la realizzazione di un’opera necessaria a migliorare la condizione di migliaia di agricoltori lucani».

Insomma un’eventualità da scongiurare. Al completamento dello schema guardano ormai da 40 anni le popolazioni dell’area stremate da promesse mai realizzate. Tanto è vero che lo spopolamento è un fatto reale. Ai possibili lavori guardano non solo gli agricoltori ma anche le aziende locali che operano nell’indotto in particolare i lavoratori del settore edile che scontano una lunga crisi dal 2008.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

ALTRI ARTICOLI DALLA SEZIONE

Potenza, blitz nella notte: spuntaun ripetitore. «Non è autorizzato»

Potenza, blitz nella notte: spunta un ripetitore. «Non è autorizzato»

 
Melfi, un 23enne incensuratoarrestato per spaccio di droga

Melfi, un 23enne incensurato
arrestato per spaccio di droga

 
Riesame Potenza: Pittella resta ai domiciliari

Riesame Potenza:
Pittella resta ai domiciliari

 
«Grave pericolo per la salute e acque potabili compromesse»

«Grave pericolo per la salute
e acque potabili compromesse»

 
Sequestrate due eliambulanzeil volo dei soccorsi era un pericolo

Sequestrate due eliambulanze
il volo dei soccorsi era un pericolo

 
Melfi, sequestrati impianti inceneritore: «E' pericoloso»

Melfi, sequestrati impianti inceneritore: «E' pericoloso»

 
Portavoce, l’indagine interna del Consiglio inguaia Fulgione

Portavoce, l’indagine interna
del Consiglio inguaia Fulgione

 
Sanitopoli lucana, respinta mozione di sfiducia per Pittella

Sanitopoli lucana, respinta mozione di sfiducia per Pittella

 

GDM.TV

Bari, avvistato grosso topo a Pane e Pomodoro: tranquilli è una bufala

Bari, avvistato grosso topo a Pane e Pomodoro: tranquilli è una bufala

 
Locorotondo, così il suocero tentòdi uccide il genero: «Sei morto»

Locorotondo, così il suocero tentò di uccidere il genero: «Sei morto»

 
Faida garganica, omicidio in pieno giorno a San Ferdinando

Faida garganica, omicidio in pieno giorno a San Ferdinando

 
Bari, donna prigioniera del fuoco in casa. le grida di aiuto

Bari, incendio e paura a Japigia. Le grida, il salvataggio e le testimonianze

 
Bari ai baresi

Bari ai baresi? I sogni e le voci dei biancorossi

 
Maxi sequestro a Lecce

Lecce, maxi sequestro di anabolizzanti: 500mila pasticche in un garage VIDEO

 
Commento fallimento Baricalcio di Fabrizio Nitti

Nitti (Gazzetta): «Troppo tardi. Evidenti colpe di chi ha gestito»

1commento

 
La sciarpata, l'inno, l'emozioneSulle note si «insegue un sogno»

La sciarpata, l'inno, l'emozione. Sulle note si «insegue un sogno»

 

PHOTONEWS