Cerca

fermato per stalking

Rintraccia la ex
grazie al postino

Rintraccia la ex grazie al postino

POTENZA - Con la complicità di un impiegato delle Poste (indagato) è riuscito a rintracciare l’ex compagna che con la figlia aveva deciso di abbandonare Potenza proprio a causa delle continue aggressioni fisiche e verbali (avvenute anche in presenza della bimba) e alle minacce di morte successive al suo rifiuto di riprendere la relazione: un uomo di 48 anni, con «numerosi precedenti penali», è stato arrestato dalla Polizia in esecuzione di un’ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal gip del capoluogo lucano su richiesta della Procura della Repubblica.
L’uomo è anche accusato di detenzione e porto illegale di arma da fuoco perché, in un’occasione, insieme ad un’altra persona, si è recato nella località dove la donna si è trasferita armato di una pistola. Secondo quanto ricostruito dalla Squadra mobile della Questura di Potenza, l’uomo ha indotto l’impiegato delle Poste «in servizio presso un’agenzia del capoluogo lucano ad accedere abusivamente al sistema» in uso alle stesse Poste per risalire così alle zone in cui la donna «aveva effettuato i prelievi con la propria carta postepay». Durante le indagini, la Polizia ha inoltre accertato che il pregiudicato (che aveva l’obbligo di presentarsi quotidianamente alla polizia giudiziaria e «che è stato già per due volte riconosciuto responsabile di analoghi episodi in danno di un’altra vittima»), insieme ad alcuni complici, ha effettuato anche una «spedizione punitiva» nei confronti del nuovo compagno della donna.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400