Cerca

Giovedì 24 Maggio 2018 | 23:40

soldi e regione

Crolla il mito delle royalty
per la Basilicata solo briciole

Il totale dal 2008 ad oggi non supera la cifra di un solo bilancio annuale regionale

Crolla il mito delle royalty  per la Basilicata solo briciole

di Antonella Inciso

POTENZA - Non c’è vertenza, non c’è emergenza, non c’è situazione particolare in cui le royalty non vengano evocate. La «panacea di tutti i mali», in particolar modo quelli economici. Il «salvacondotto» per evitare crac e problemi economici più gravi. Negli anni sono diventate la soluzione invocata contro tutte le difficoltà. Soprattutto quelle di bilancio. Eppure quello delle royalty è «un mito da sfatare». Un tema da ridefinire e riconsiderare. Perché in fondo più che una pioggia di milioni di euro, negli anni per la Basilicata, le compensazioni legate al greggio sono state state briciole. Briciole rispetto alla somma che ognuno può immaginare.

Certo, soldi fondamentali per salvare servizi importanti come, ad esempio, l’Università degli studi della Basilicata o anche il comparto sanitario. Ma sicuramente non tutta quella mole di denaro che ci si può immaginare. Calcoli alla mano, infatti, con i dati ufficiali del Ministero dello Sviluppo economico, negli ultimi nove anni gli introiti delle royalty non hanno raggiunto la somma del rendiconto annuale della Regione. A fronte di un bilancio di un anno di poco più di due miliardi di euro le compensazioni ambientali di nove anni sono state di circa un miliardo ed ottocento milioni di euro. Un miliardo 879 milioni 710mila 414, 76 euro per la precisione. Insomma, una somma che evidenzia chiaramente la situazione e che solleva non pochi interrogativi anche sul futuro. Considerato che i soldi - con le attuali quotazioni del petrolio - non sembrano destinati ad aumentare ma piuttosto ad essere ridotte in maniera esponenziale. Uno scenario, tra l’altro, che si sta realizzando già oggi se si tiene presente che per l’assestamento che deve essere varato tra qualche settimana la Basilicata dovrà fare i conti con decine di milioni in meno rispetto alle previsioni di inizio anno.

Al di là di quelle che saranno le cifre per il futuro, comunque oggi a far riflettere sono le cifre di questi ultimi anni. Numeri che raccontano un andamento altalenante degli introiti e nello stesso tempo anche una riduzione interessante soprattutto negli ultimi anni (legata quasi sicuramente ad un ribasso delle quotazioni del greggio). Tanto che dai 102 milioni 685mila 455, 30 euro incassate nel 2008 si è passati agli 85 milioni 686mila 16, 24 euro del 2015 e del 2016 (in questo ultimo caso previsione da valutare al ribasso per lo stop del Centro oli di Viggiano ed un ulteriore crollo del prezzo del greggio). Passando per un massimo di 168 milioni 873mila 936,44 euro incassati nel 2013. Solo tre anni fa.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

ALTRI ARTICOLI DALLA SEZIONE

cagnolino

Appello al Comune di Lavello perché aiuti il cagnolino Diffi

 
«Chiedimi scusa», e picchiaun giovane in sala giochi

«Chiedimi scusa», e picchia
un giovane in sala giochi

 
Schianto sulla Melfi Potenzamuore un uomo

Schianto sulla Melfi Potenza, muore un uomo

 
Area industriale, l'accordoComune-Asi parte dal ponte

Area industriale, l'accordo
Comune-Asi parte dal ponte

 
In estate due fermate del Frecciargento a Maratea

In estate due fermate del Frecciargento a Maratea

 
Melfi pronta a produrre i modelli alta gamma Fca

Melfi pronta a produrre i modelli alta gamma Fca

 
Rapina in banca a Venosacatturato un cerignolano

Rapina in banca a Venosa
catturato un cerignolano

 

MEDIAGALLERY

Foggia, rapinatori assaltano farmacia: sequestrati i dipendenti

Foggia, rapinatori assaltano farmacia: sequestrati i dipendenti

 
Melfi-Potenza, tragico scontro tra auto e un camion: un morto

Melfi-Potenza, tragico scontro tra auto e un camion: un morto

 
Blitz a Taranto contro gang di narco rapinatori: «Te lo vuoi fare il dottore?»

Blitz a Taranto, le intercettazioni: «Te lo vuoi fare il dottore?»

 
Rapinatori cantanti incastratida un video su You Tube

Rapinatori cantanti incastrati
da un video su You Tube

 
Emergenza cinghiali a Bari22 catturati e trasferiti in riserva

Emergenza cinghiali a Bari
22 catturati e trasferiti in riserva

 
Restart, così i piatti del futuro di Ladisa  a Bari

Restart, così i piatti del futuro di Ladisa a Bari

 
In due madre e figlio tentarono di uccidere un medico a Foggia: il mandante era il fratello della vittima

In due madre e figlio tentarono di uccidere un medico a Foggia: il mandante era il fratello della vittima

 
Cinque spacciatori fermati a Bari, agivano vicino l'Ateneo

Cinque spacciatori fermati a Bari, agivano vicino l'Ateneo

 
Molestie su minorenni, polizia arresta 51enne

Molestie su ragazzine, polizia arresta 51enne VIDEO

 

LAGAZZETTA.TV

Economia TV
L'idroscalo di Milano si rifa' il look, stop ad alghe e cura del verde

L'idroscalo di Milano si rifa' il look, stop ad alghe e cura del verde

 
Italia TV
In Italia 118mila persone con sclerosi multipla

In Italia 118mila persone con sclerosi multipla

 
Notiziari TV
Ansatg delle ore 21

Ansatg delle ore 21

 
Mondo TV
Trump ha scritto a Kim per cancellare il vertice

Trump ha scritto a Kim per cancellare il vertice

 
Sport TV
Vittoria Trump, basta giocatori in ginocchio a inno

Vittoria Trump, basta giocatori in ginocchio a inno

 
Meteo TV
Previsioni meteo del weekend

Previsioni meteo del weekend

 
Spettacolo TV
I sogni che nascono in Armenia

I sogni che nascono in Armenia

 
Calcio TV
Finito incontro, Ancelotti lascia sede Filmauro

Finito incontro, Ancelotti lascia sede Filmauro