Cerca

Colpo all'alba

Lavello, assalto al bancomat
con bomba: bottino 25mila €

Lavello, assalto al bancomatcon bomba: bottino 25mila €

LAVELLO - Assalto al bancomat dalla Banca di credito cooperativo di Lavello, e bottino di almeno 25 mila euro. Ma i danni provocati alla banca dai rapinatori ammontano a diverse decine di migliaia di euro. Tutto è avvenuto in poco più di un minuto, all’alba di ieri mattina: il tempo, da parte dei malviventi, di piazzare l’esplosivo all’interno dell’erogatore di denaro, attendere l’esplosione e trafugare in tutta fretta parte del denaro dalla cassaforte.
Scattato il sistema di allarme, in poco tempo sono arrivati i vigilantes dell’istituto di credito e le forze dell’ordine, ma i rapinatori si erano già dati alla fuga. I carabinieri sono ora sulle tracce dei malviventi e hanno preso visione delle immagini delle telecamere piazzate un pò dovunque nella centralissima via Roma, dove si trova la banca, e nelle vie circostanti.
«Purtroppo i rapinatori - dice alla Gazzetta il direttore della banca di credito cooperativo, Michele Abbattista - sono stati abilissimi, organizzati, una vera squadra specializzata: inizialmente sono entrati dall’ingresso destinato al cliente, evidentemente utilizzando una scheda truccata, poi hanno piazzato l’esplosivo con una paletta nella parte anteriore del bancomat, quella per i prelievi. Sono usciti in attesa dell’esplosione e poi - dice ancora - sono rientrati dalla porta laterale di emergenza, che evidentemente avevano forzato poco prima, in modo da poter estrarre il denaro dalla cassaforte ormai aperta a causa della deflagrazione. L’operazione è durata pochissimo, anche perché a distanza di un minuto e mezzo dall’allarme il nostro vigilantes non aveva potuto constatare altro che la rapina già avvenuta. I rapinatori - continua - hanno rubato solo una parte del denaro, i nostri addetti stanno facendo le necessarie verifiche. All’interno sono stati trovati ancora 35 mila euro, e quindi ne mancavano almeno 25 mila. Ma bisogna fare altri conteggi, poiché il nostro è un bancomat attraverso il quale è possibile fare anche versamenti. Purtroppo però - prosegue il direttore Abbattista - i rapinatori hanno fatto ingenti danni con l’esplosione, di svariate decine di migliaia di euro. All’ingresso è tutto distrutto, c’è da ricostruire mezza agenzia».
Alcuni mesi fa, gruppi di malviventi avevano provato in un paio di occasioni a forzare il bancomat della Bcc di Lavello nell’area di San Nicola di Melfi. «In quelle circostanza però - dice Abbattista - non sono riusciti a rubare nulla, anche perché il bancomat era piazzato in una struttura in cemento armato».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400