Cerca

finanziamenti

Dal Governo 31 milioni
per le periferie
di Potenza e Matera

bucaletto potenza

POTENZA - La Presidenza del Consiglio dei Ministri ha ufficialmente comunicato al governatore lucano, Marcello Pittella (Pd), che entro il 2017, per il recupero delle periferie, «verranno finanziati i progetti presentati dai due capoluoghi della Basilicata per un totale di poco più di 31 milioni di euro».
Lo ha reso noto l’ufficio stampa della Giunta regionale specificando che «alla città di Potenza saranno assegnati i 18 milioni di euro richiesti al Governo centrale nell’ambito di un progetto di rigenerazione e innovazione sociale del quartiere di Bucaletto che prevede interventi complessivi per oltre 82 milioni di euro, di cui 36 rivenienti da fondi pubblici e 46 da privati. Per la città di Matera, invece, il progetto candidato prevede un importo complessivo di 13.120.000 euro per interventi specifici nel quartiere di Piccianello, oltre che per la realizzazione di centri culturali e la gestione del verde urbano».

Nel «ringraziare il premier Renzi anche a nome dei sindaci di Potenza e Matera, per quella che è sicuramente un’operazione di grande respiro sociale», Pittella «ha annunciato che la Regione, da un lato, e i due Comuni capoluogo, dall’altro, sono impegnati ad affrontare e risolvere le situazioni più delicate sotto il profilo urbanistico, facendo tesoro del buon lavoro avviato nella scorsa legislatura dalle giunte municipali guidate da Vito Santarsiero e Salvatore Adduce».

«Con Dario De Luca e Raffaello de Ruggieri, che ho già avuto modo di sentire al telefono in queste ore - ha sottolineato Pittella - avremo modo sin dalle prossime settimane di mettere a punto la macchina operativa, per accelerare i lavori già in corso nell’area di Bucaletto a Potenza e nella città dei Sassi nell’ambito del più complessivo progetto Matera 2019. In particolare, per quanto riguarda la cittadella dei prefabbricati del capoluogo di regione - ha aggiunto il governatore - mi preme sottolineare che già da diversi mesi Regione e Comune, sulla base di un protocollo di intesa sottoscritto il 10 agosto di quest’anno, hanno messo a punto un vero e proprio «Master plan" per la riqualificazione di Bucaletto, in una logica di riorganizzazione urbanistica e di inclusione sociale».

Pittella ha inoltre sottolineato che «il nostro obiettivo è quello di trasformare quel quartiere da luogo della marginalità ad area di qualità fortemente riconoscibile. E quindi da contesto chiuso con funzione prevalentemente di «dormitorio» a luogo aperto, in grado di attrarre cittadini dagli altri quartieri. Per fare ciò - ha concluso - si procederà ad un poderoso intervento di sostituzione abitativa, volto a rimpiazzare i fatiscenti prefabbricati con nuove costruzioni, dotando il rione di strutture polifunzionali, di centri di aggregazione e di impianti sportivi al servizio dell’intera città». (ANSA).

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400