Cerca

Lunedì 23 Aprile 2018 | 15:20

Due anni e 6 mesi

Violenza sessuale
condannato Ferrara

Abusi sul posto di lavoro

Potenza, condannato Ferrara (Cotrab) per violenza sessuale

di Giovanni Rivelli

POTENZA - Su quattro capi di imputazione tre assoluzioni perché «il fatto non sussiste» e una sola condanna. Ma è forse proprio quella che Giulio Leonardo Ferrara, capo indiscusso della Sita di Basilicata e del consorzio Cotrab, Avrebbe voluto evitare e che invece ha portato la corte a pronunciare una condanna tutto sommato lieve (due anni e 6 mesi) se rapportata alla richiesta del Pm Gerardo Salvia (9 anni e 3 mesi, ma anche per gli altri reati), che non potrebbe, anche al termine degli altri prevedibili gradi di giudizio, mai portare all’effettuazione anche di un solo giorno di detenzione, ma che appare con un marchio indelebile: Ferrara è stato riconosciuto infatti responsabile di violenza sessuale nei confronti di una dipendente, nell’ambito di un’inchiesta del 2013 condotta dal pm Anna Gloria Piccininni.

I fatti della presunta violenza sessuale che ha portato il presidente del collegio Penale Aldo Gubitosi (affiancato dai giudici Rosaria De Lucia e Marina Rizzo) a pronunciare la sentenza di condanna risalgono a ottobre del 2009. Secondo la ricostruzione dell’accaduto fatta dall’accusa, su denuncia della ragazza, «all’interno del suo ufficio da direttore regionale della Sita, abusando di relazioni d’ufficio e di autorità» avrebbe afferrato la dipendente «e portata con forza e contro la sua volontà a subire atti sessuali». Avances pesanti e mani lunghe a cui la dipendente si sarebbe opposta ma sulle quali lui avrebbe continuato imperterrito arrivando una volta ad afferrarla per la vita e palpeggiarle i seni e l’inguine.

«Una sentenza che fa giustizia - commenta ora l’avvocato Dolores Pignataro di Roma, legale della donna scoppiata in un pianto liberatorio alla lettura della sentenza - e che restituisce dignità ad una donna costretta a vivere una situazione difficile sul posto di lavoro». Di tutt’altro segno l’umore sull’altro fronte (Ferrara era difeso dagli avvocati Angela Pignatari e Pierfranco Bertolino) dove già si pensa al ricorso e passa quasi in secondo piano tanto la forte differenza tra la pena applicata e quella richiesta quanto le tre assoluzioni contenute in sentenza. Perché a Ferrara venivano anche contestati illeciti relativi alla gestione della «piccola cassa» della Sita, società all’epoca di proprietà delle Fs e quindi pubblica, nel pagamento di pasti e mance, e nell’aver addebitato al bilancio aziendale alcune multe per eccesso di velocità che lo stesso Ferrara aveva preso.

«Fatti su cui ragionare a mente fredda», diceva ieri qualcuno, sicuramente dopo la lettura delle motivazioni della sentenza che ieri la corte, dopo oltre tre ore di camera di consiglio per la decisione, si è riservata di depositare in 90 giorni.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

ALTRI ARTICOLI DALLA SEZIONE

Potenza, picchia una bimba disabile arrestato un insegnante di sostegno

Potenza, picchia una bimba disabile
arrestato un insegnante di sostegno

 
«Più che strategico è un piano tragico»

«Più che strategico
è un piano tragico»

 
Sport, i valori raccontatidai filmare lucani

Sport, i valori raccontati
dai filmare lucani

 
Confesercenti, a Potenzachiudono 9 ditte al giorno

Confesercenti, a Potenza
chiudono 9 ditte al giorno

 
Convalidato sequestrovasche Itrec Rotondella

Convalidato sequestro
vasche Itrec Rotondella

 
Minaccia moglie, lei lo denunciaCarabinieri scoprono armi

Minaccia moglie, lei lo denuncia
Carabinieri scoprono armi

 
Basilicata, in arrivo 14mlna 7mila imprese agricole

Basilicata, in arrivo 14mln
a 7mila imprese agricole

 
Rocco Brancati

Scomparso Rocco Brancati
riferimento nel giornalismo lucano

 

MEDIAGALLERY

Lecce, bullismo a scuola

Lecce, bullismo a scuola

 
L'inseguimento in mare dello scafista con una tonnellata di droga al largo delle coste salentine

L'inseguimento in mare dello scafista con una tonnellata di droga al largo coste salentine

 
La commessa della gioielleria veneta aggredita e sequestrata dai rapinatori brindisini

La commessa della gioielleria veneta aggredita e sequestrata dai rapinatori brindisini

 
Calabria, assalto al caveau: polizia arresta componenti banda

Calabria, assalto al caveau: polizia arresta componenti banda

 
Puglia, Papa Francesco ad Alessano

Puglia, Papa Francesco ad Alessano

 
Papa Francesco celebra messa a Molfetta

Papa Francesco celebra messa a Molfetta

 
Papa Francesco

Papa Francesco da Alessano a Molfetta: tappe sui luoghi di don Tonino Bello

 
Bradanica, dopo 50 anniaperti i primi 8 chilometri

Bradanica, dopo 50 anni
aperti i primi 8 chilometri

 

LAGAZZETTA.TV

Notiziari TV
Ansatg delle ore 15

Ansatg delle ore 15

 
Mondo TV
Cresce l'attesa per Royal Baby, folla di reporter

Cresce l'attesa per Royal Baby, folla di reporter

 
Spettacolo TV
Gazebo, 16 brani per un tuffo nella italo disco

Gazebo, 16 brani per un tuffo nella italo disco

 
Italia TV
Anziano in coma dopo aggressione, il video delle telecamere di sorveglianza

Anziano in coma dopo aggressione, il video delle telecamere di sorveglianza

 
Economia TV
Cresce forbice sociale, a piu' poveri solo 1,8% redditi

Cresce forbice sociale, a piu' poveri solo 1,8% redditi

 
Meteo TV
Previsioni meteo per martedi', 24 aprile 2018

Previsioni meteo per martedi', 24 aprile 2018

 
Calcio TV
Serie A, Napoli batte Juve a Torino e riapre campionato

Serie A, Napoli batte Juve a Torino e riapre campionato

 
Sport TV
Motogp, oggi le libere ad Austin

Motogp, oggi le libere ad Austin