Cerca

Il sindacato

Aggressioni in carcere
«Figlie di cattiva gestione»

carcere Potenza

POTENZA - Le «ripetute aggressioni» agli agenti di polizia penitenziaria nel carcere di Potenza sono "figlie della cattiva gestione": è il giudizio espresso dall’Uspp (ex Ugl Penitenziaria), di cui una delegazione, guidata dal segretario regionale, Vito Messina, ha fatto stamani un presidio in piazza Mario Pagano ed è stata poi ricevuta in Prefettura.
I rappresentanti del sindacato di polizia penitenziaria chiedono che «siano accertate le responsabilità di quanto accade ai danni degli agenti» e che «vengano rimossi gli artefici del fallimento» della gestione della struttura potentina. In particolare, in un documento, l’Uspp sottolinea che è necessario "fare accertamenti sull'incapacità gestionale della casa circondariale di Potenza», con la conseguente «rimozione immediata dell’attuale gestione». Infine, Messina ha evidenziato che c'è bisogno della «presenza, reale, dell’attuale provveditore regionale: si deve far garante dei diritti e dei doveri del personale di polizia penitenziaria e dei funzionari che ruotano nell’amministrazione, a tutti i livelli, di questa Regione»

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400