Mercoledì 15 Agosto 2018 | 17:15

Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno

Debiti per oltre 6 milioni

Basilicata, utenti morosi
verso lo stop a 1914 condominii

Basilicata, utenti morosiverso lo stop a 1914 condominii

In Basilicata 1.914 utenze condominiali non pagano la bolletta di Acquedotto Lucano e, entro 15 giorni, potrebbero subire la sospensione del servizio di fornitura.
Lo ha annunciato la stessa società, precisando di aver fatto partire stamani i telegrammi che informano i condomini morosi della loro situazione: in totale, non pagando la bolletta hanno accumulato un debito pari a oltre 6,2 milioni di euro. La società ha spiegato che «a subire la sospensione del servizio saranno utenze la cui morosità è superiore a 500 euro ma che a volte supera anche i centomila euro e per le quali Acquedotto Lucano istituirà un servizio sostitutivo per assicurare comunque l'accesso all’acqua, il cosiddetto 'minimo vitalè».
L’amministratore unico dell’azienda, Michele Vita, ha detto che l’iniziativa «non ha nessun intento vessatorio ma è finalizzata a garantire uguali diritti a tutti i cittadini, un’iniziativa di civiltà e di giustizia nei confronti dei lucani». Vita, inoltre, ha sottolineato che Acquedotto Lucano «è anche disposta a concedere ai condomini morosi un piano di dilazione, ma nell’ambito della certezza dell’impegno che si assume».
Intanto, la società ha portato avanti «la campagna di recupero del credito dovuto dai villaggi e residence turistici del Metapontino e del Tirreno», riuscendo a regolarizzare «235 delle 259 utenze fino ad ora interessate. Soltanto 24 utenze non si sono messe in regola con i pagamenti con la conseguente sospensione dell’erogazione idrica. Questa attività ha consentito di recuperare da subito circa mezzo milione di euro, mentre somme per 1,8 milioni di euro sono state rateizzate. La campagna, che comprende anche altre utenze commerciali - ha concluso Vita - prosegue con la finalità di recuperare ulteriori 2,2 milioni di euro mai entrati nelle casse di Acquedotto Lucano».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

ALTRI ARTICOLI DALLA SEZIONE

Incidenti stradali, in Basilicatamuore più gente che altrove

Incidenti stradali, in Basilicata
muore più gente che altrove

 
Lavoro in nero: due ristoranti sospesi in provincia di Potenza, multe per 9mila euro

Lavoro in nero: due ristoranti sospesi in provincia di Potenza

 
Basilicata, le due coalizioni lucane a caccia di un presidente

Regione Basilicata, le due coalizioni lucane a caccia di un presidente

 
Potenza, rissa e coltellate in centrotra extracomunitari: ucciso gambiano

Potenza, rissa tra extracomunitari: sgozzato gambiano. Un fermato

 
Basilicata, approvata la nuova legge elettorale regionale

Basilicata, approvata la nuova legge elettorale regionale

 
Potenza, sul treno senza biglietto:nigeriano aggredisce poliziotti

Potenza, sul treno senza biglietto:
nigeriano aggredisce poliziotti

 
Total, anche ad agostoporte aperte a Tempe Rossa

Total, anche ad agosto
porte aperte a Tempe Rossa

 
Basilicata, nasce la Zes Jonica di concerto con la Puglia

Basilicata, nasce la Zes Jonica di concerto con la Puglia

 

GDM.TV

Bari, «scompare» l'aereo rumeno: a rischio le vacanze in Grecia

Bari, sparisce il jet rumeno: addio alle ferie in Grecia

 
Ponte crollato a Genova, le immagini dall'alto

Ponte crollato a Genova, le immagini dall'alto

 
«Oh mio Dio», il terrore in diretta

«Oh Dio, oh Dio!», il terrore in diretta

 
Genova, apocalisse sull'autostrada: crolla un ponte, giù oltre 100 metri. Auto e persone sotto le macerie

Genova, apocalisse sull'autostrada: crolla un ponte, 35 morti e 15 feriti. Quattro estratti vivi
«Oh Dio, oh Dio!»: terrore in diretta | Vd: dall'alto

 
Commemorazione fratelli Luciani, il video

Mafia, a un anno dalla tragedia la cerimonia a San Marco in Lamis

 
Brindisi, l'aereo-forno di RyanairMalori a bordo. «Bloccati sulla pista»

Brindisi, l'aereo-forno di Ryanair
Malori a bordo. «Bloccati sulla pista»

 
Prof. Gesualdo: «Primo trapianto al mondo a partire da donatore cadavere»

Trapianto di rene a catena a Bari. Gesualdo: «Ecco il primo caso al mondo»

 
La masseria che faceva affari con 2mila piante droga a Lecce

La masseria che faceva affari con 2mila piante droga a Lecce

 

PHOTONEWS