Cerca

Il presidente

Potenza, 4 nomi in lizza
per la Corte di appello

Tra i papabili la barese Francesca La Malfa, presidente del tribunale del Riesame di Bari

Potenza, 4 nomi in lizzaper la Corte di appello

ROMA - Sarà interamente dedicato a nomine ai vertici degli uffici giudiziari il plenum straordinario del Csm di lunedì prossimo, che è particolarmente importante perchè i consiglieri sceglieranno il nuovo procuratore di Milano. Oltre a indicare il successore di Edmondo Bruti Liberati - che sarà individuato tra i pm milanesi Francesco Greco e Alberto Nobili e il capo di gabinetto del ministro Orlando Giovanni Melillo - saranno nominati i dirigenti di altri sette tra uffici giudicanti e procure.
Con Milano uno dei nodi più difficili da sciogliere sarà la scelta del nuovo presidente della Corte d’appello di Potenza: in lizza ci sono quattro candidati: partono in vantaggio, sia pure di poco il giudice di Foggia Antonio De Luce e la presidente di sezione del tribunale di Bari Francesca La Malfa (in Commissione hanno ottenuto due voti), ma in plenum le carte si potrebbero rimescolare anche a vantaggio del consigliere della Cassazione Francesco Bonito e della presidente della sezione distaccata della Corte di appello di Taranto Rosa Patrizi Sinisi. Due proposte alternative ci sono anche per l’incarico di presidente di sezione in Cassazione: al presidente dell’Anm Piercamillo Davigo, che è il favorito, è contrapposto Antonio Prestipino; tutti e due sono attualmente consiglieri presso la Suprema Corte e per chi passa si tratterebbe di una promozione.
Le altre nomine dovrebbero invece essere approvate de plano, visto che in Commissione le relative proposte sono state licenziate all’unanimità. Per il vertice di tre uffici giudicanti di primo grado, salvo sorprese, a tagliare il traguardo saranno tre donne, tutte attualmente presidenti di sezione: Alessandra Camassa al tribunale di Marsala, Manuela Farini a quello di Venezia e Antonella Magaraggia a quello di Verona. Due nomine riguardano infine la Corte di appello di Palermo: per due posti da presidente di sezione candidati unici sono rispettivamente Fabio Marino (che ora ricopre lo stesso ruolo al tribunale del capoluogo siciliano e Filippo Picone, che è già alla Corte con il ruolo di consigliere.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400