Cerca

Atella

Omicidio dopo lite in un bar
preso il presunto assassino

carabinieri

POTENZA - Nicola Telesca, di 49 anni, il presunto responsabile dell’omicidio di Attilio Mauriello, di 51 - avvenuto la sera del 26 aprile davanti ad un bar di Atella (Potenza) - è stato arrestato la notte scorsa nelle campagne del paese dai Carabinieri del comando provinciale di Potenza, contro i quali l’uomo ha sparato anche un colpo di pistola, andato a vuoto.

Fuggito subito dopo aver sparato a Mauriello - dopo un litigio per motivi banali - Telesca si è nascosto in un casolare: poco prima della mezzanotte, ha cominciato a muoversi forse per tornare verso casa per prendere del cibo, ma i Carabinieri - che stavano controllando la zona - lo hanno individuato a accerchiato. Durante una lunga trattativa, durata circa due ore, l’uomo ha anche sparato, ma alla fine è stato catturato dai militari. Le analisi scientifiche del Ris dei Carabinieri stabiliranno se la pistola, una calibro 38 a tamburo, è la stessa arma che ha ucciso Mauriello.

Anche un elicottero dell’Arma partito da Pontecagnano (Salerno) ha partecipato alle ricerche. Telesca è stato catturato non lontano dalla sua casa, che forse stava tentando di raggiungere. Quando i Carabinieri lo hanno accerchiato, l’uomo ha minacciato più volte di suicidarsi con la pistola, detenuta illegalmente e con il numero di matricola cancellato.

Quando, infine, l’uomo è stato bloccato, i militari hanno trovato 25 cartucce calibro 38 e, nelle campagne di Atella, l’auto usata per fuggire subito dopo aver sparato a Mauriello dopo una lite causata da passati rancori personali. Telesca è rinchiuso nel carcere di Potenza. Domattina si svolgerà l’autopsia sul cadavere della vittima: gli investigatori ne trarranno altri elementi per ricostruire i fatti.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400