Cerca

La Polizia sventa intrusioni informatiche

La Polizia sventa intrusioni informatiche
POTENZA - La Polizia postale e delle comunicazioni ha sventato «tentativi di accesso non autorizzati» a sistemi informatici di alcune aziende che operano in Basilicata, che avevano chiesto l’intervento degli investigatori dopo aver rilevato «anomalie nelle loro infrastrutture informatiche». 
 La Polizia postale ha rilevato alcune facilità di accesso per la mancanza di password di sicurezza, «firewall obsoleti e sistemi antivirus non aggiornati»: in tal modo i tentativi di accesso abusivi sarebbero stati facilitati ed «erano perpetrati soprattutto nelle ore notturne».
Durante l’intervento degli agenti le misure di sicurezza nei sistemi delle aziende sono state aumentate. 
 Nel corso di altri controlli, la Polizia postale che opera in Basilicata ha scoperto l’uso di «radio collari satellitari» applicati a cani da caccia durante battute di addestramento in alcune zone montane del Potentino. L’uso di tali apparecchiature è vietato dalla legge perchè «può causare seri problemi di interferenza nelle comunicazioni radio e dati militari che in questo delicato momento devono poter operare al massimo delle loro potenzialità». 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400