Cerca

Potenza, muore in auto segretario regionale del Pd Renzi partecipa ai funerali

Potenza, muore in auto segretario regionale del Pd Renzi partecipa ai funerali
 POTENZA – E' morto la notte scorsa, a Potenza, per un infarto mentre era alla guida della sua auto il segretario regionale della Basilicata del Pd, Antonio Luongo. L’ex parlamentare (era stato deputato dal 2008 al 2013) aveva 57 anni. L’incidente è avvenuto, per cause in fase di accertamento, in via Appia, nei pressi del rione San Rocco. Luongo era alla guida della sua automobile. 

La sua utomobile, una Nissan Micra, sui cui viaggiava da solo, la notte scorsa ha sbattuto contro una ringhiera. L'ex parlamentare è stato trasportato all’ospedale San Carlo di Potenza, dove è morto poco dopo.

Da alcune ore, sono numerosi gli uomini politici lucani, gli amministratori e i militanti del Pd e di altri partiti che si stanno recando all’obitorio dell’ospedale potentino per porgere l'ultimo saluto a Luongo.

Il premier Matteo Renzi è presente a Potenza per partecipare ai funberali: all'ingresso in chiesa non ha rilasciato dichiarazione ai giornalisti. Con Luongo, unico segretario dem non renziano, il premier era amico di lungo corso. "Un bel gesto di Renzi – ha detto Speranza, da ieri in contatto con il premier dopo la morte di Luongo – e un segnale forte di sensibilità da parte del segretario del partito: il Pd è una grande comunità politica e non bisogna dimenticarlo mai. Renzi a Potenza per il funerale di Luongo – ha concluso – è un importante segnale di unità del partito".  

IL CORDOGLIO DEL GOVERNATORE PITTELLA - "La terribile notizia della morte di Antonio Luongo mi raggiunge a New York nel cuore della notte. Sono scioccato. Piango la scomparsa di una persona per bene, un amico a me vicino in tanti recenti momenti difficili nella vita del partito e della regione". E’ il pensiero del presidente della Regione Basilicata, Marcello Pittella (Pd). "Sentiremo – ha aggiunto il governatore lucano – la sua mancanza. Ci mancherà quel suo modo schietto e diretto di affrontare i problemi, avendo sempre di mira la tenuta di un rapporto coeso e unitario nella società e tra le forze politiche. Un pensiero commosso e affettuoso alla famiglia, in particolare alla moglie e alla figlia così duramente colpite da uno di quei misteri insondabili della vita che specie in questi momenti – ha concluso Pittella – facciamo fatica a capire". 

GIANNI PITTELLA: PERDO UN FRATELLO - "Piango il mio fraterno amico e compagno di tantissime lotte, un gigante della politica e un protagonista della storia lucana, Antonio Luongo". Lo dichiara Gianni Pittella, presidente dei Socialisti e Democratici al Parlamento europeo.

I DUE VICESEGRETARI DEL PD NAZIONALE - "La notizia della tragica scomparsa di Antonio Luongo colpisce e addolora. Antonio è stato un punto di riferimento importante sia come segretario regionale del Partito democratico che come ex parlamentare per la sua comunità e ha rappresentato nel migliore dei modi i valori della sua terra". Lo scrivono in una nota congiunta Debora Serracchiani e Lorenzo Guerini, vicesegretari nazionali del Pd.
"In questo momento di profonda tristezza – aggiungono – tutto il Partito democratico si unisce al dolore della famiglia e di chi ha avuto la possibilità di condividere con lui un percorso politico fatto di partecipazione e condivisione".

ORFINI: CIAO COMPAGNO - "Se ne è andato nella notte Antonio Luongo. Un uomo per bene, un maestro di politica, un amico. Ciao compagno Luongo, ci mancherai. Tanto". Lo scrive su Twitter il presidente del Pd Matteo Orfini.

IL MESSAGGIO DI LATRONICO (COR) - Un ricordo commosso dell’onorevole Antonio Luongo come militante appassionato, con un senso forte della politica, come religione laica, a servizio della comunità e delle sue aspettative di giustizia". Lo scrive l’on. Cosimo Latronico (Cor). "Ricordo – aggiunge il parlamentare lucano – una ultima chiacchierata con lui, la sua preoccupazione per la dissolvenza del sentimento comunitario e l’impegno a costruire comunità di azione e di destino. Antonio era un testimone leale di questa passione comunitaria, ai suoi compagni di militanza, ai suoi familiari, sentimenti di cristiana solidarietà".

D'ALEMA:  SE NE VA UN RIFERIMENTO – "Sono profondamente colpito e addolorato per la scomparsa improvvisa di Antonio Luongo". E' quanto si legge in un messaggio del presidente della Fondazione Italianieuropei, Massimo D’Alema. "Antonio è stato per me non solo un carissimo compagno, ma anche, da molti anni, un amico con il quale ho condiviso tante battaglie e tanti momenti di confidenza e di confronto. Antonio - scrive ancora D’Alema – è stato un riferimento fondamentale per il centrosinistra della Basilicata e del Mezzogiorno, il regista di tante vittorie, il compagno su cui si poteva fare affidamento nei momenti più difficili. E’ stato anche, per la sua regione, a lungo, uno degli uomini politici più autorevoli e che hanno contribuito al progresso della Basilicata". "Sono vicino – conclude il presidente della Fondazione Italianieuropei – ai suoi familiari e amici, ai compagni della Basilicata".

I GRILLINI - "A nome del Gruppo Consiliare del M5S di Basilicata, manifestiamo il più sentito cordoglio per l'improvvisa scomparsa del segretario del Pd lucano, Antonio Luongo". Lo sottolineano in una nota Gianni Leggieri Gianni Perrino, consiglieri regionale pentastellati lucani.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400