Cerca

Giovedì 19 Aprile 2018 | 13:18

Centro oli, i pm chiedono monitoraggi ad Arpab Dubbi su «buchi nei controlli

Centro oli, i pm chiedono monitoraggi ad Arpab Dubbi su «buchi nei controlli
GIOVANNI RIVELLI
POTENZA -Una corrispondenza tra Procura della Repubblica di Potenza e Arpab nello scorso mese di agosto con al centro le emissioni del Centro Olii Val d’Agri di Viggiano e i controlli che l’agenzia per la tutela ambientale ha effettuato sull’impianto. A sottoscrivere le rispettive note sono i rispettivi capi dei due uffici, ossia il procuratore capo Luigi Gay e il direttore generale Aldo Schiassi. La notizia, filtrata nelle scorse ore, conferma un forte interesse giudiziario sulle questioni ambientali legate alle attività petrolifere lucane che, a quanto si apprende, sarebbe già in fase molto avanzata.

Così nello scorso mese di agosto, il vertice delll’ufficio inquirente lucano ha scritto all’agenzia per chiedere tutti i controlli fatti dall’Arpab sulle emissioni in atmosfera dal Centro olii, con particolare riferimenti alle situazioni in cui si sarebbero verificate anomalie, e nella circostanza sarebbe emerso che per un periodo i monitoraggi avrebbero subito una battuta d’arresto. La risposta fornita, tempestivamente, dal direttore generale Aldo Schiassi conterrebbe, infatti, dei buchi e le relative spiegazioni. Il tutto sarebbe da collegare alle difficoltà finanziarie in cui l’agenzia si è venuta a trovare dopo che, alla fine del 2014, è venuto fuori che per quell’anno non era stato approvato il bilancio di previsione ed erano state effettuate spese senza il necessario strumento contabile.

«La mancata approvazione del bilancio è l’unica cosa che ci mette nella condizione di non poter operare e non lo capiamo» disse in un’intervista alla Gazzetta Schiassi, una posizione su cui a strettissimo giro arrivò il chiarimento della regione che precisò che le esigenze di tutela di salute e ambiente erano prioritarie rispetto a quelle contabili e che quindi, per queste necessità, l’Arpab avrebbe potuto continuare a effettuare spese. Questo susseguirsi di posizioni sarebbe stato attenzionato anche dalla Procura che ne avrebbe chiesto conto nel carteggio di cui si parla. Ma se e in che misura i controlli sulle attività petrolifere abbiano avuto un arresto, oggetto della risposta di Schiassi alla Procura, e quali siano stati invece i risultati monitorati è questione che resta nel riserbo. Almeno fino a quando le esigenze di indagine non potranno portare allo show down. E non è detto che i tempi siano lunghi.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

ALTRI ARTICOLI DALLA SEZIONE

Minaccia moglie, lei lo denunciaCarabinieri scoprono armi

Minaccia moglie, lei lo denuncia
Carabinieri scoprono armi

 
Basilicata, in arrivo 14mlna 7mila imprese agricole

Basilicata, in arrivo 14mln
a 7mila imprese agricole

 
Rocco Brancati

Scomparso Rocco Brancati
riferimento nel giornalismo lucano

 
Minaccia ex marito compagna scatta divieto di avvicinamento

Minaccia ex marito compagna
scatta divieto di avvicinamento

 
incidente sul lavoro

Operaio 40enne morto
sciopero di otto ore

 
Evasione fiscale per 1,3 mln in ditta commercio carburanti denunciato l’amministratore

Ditta commercio carburanti
evade il fisco per 1,3 milioni
denunciato l’amministratore

 
Stalking, il gip «confina»tre romeni nel Potentino

Stalking, il gip «confina»
tre romeni nel Potentino

 
Fondazione Nitti, Mascilli Migliorini nuovo presidente

Fondazione Nitti, Mascilli Migliorini nuovo presidente

 

MEDIAGALLERY

Blitz notturno nella città vecchia: 21 arresti

Blitz notturno nella città vecchia: 21 arresti

 
Tentata estorsione, fermati  avvocato e maresciallo Gdf

Tentata estorsione, fermati
avvocato e maresciallo Gdf

 
Tre arresti nel Foggianoper una serie di rapine e furti

Tre arresti nel Foggiano
per una serie di rapine e furti

 
Rapina ed estorsione ad Andria arrestati minori di 16 e 17 anni

Rapina ed estorsione ad Andria, arrestati minori di 16 e 17 anni

 
Barletta, in giro uomo armato di pistola

Barletta, in giro uomo armato di pistola

 
Bari, incendio in palazzina nel quartiere Poggiofranco

Bari, incendio in palazzina nel quartiere Poggiofranco

 

LAGAZZETTA.TV

Mondo TV
Neo artificiale diventa spia dei tumori

Neo artificiale diventa spia dei tumori

 
Economia TV
Portabilita' Rc auto per coppie di fatto

Portabilita' Rc auto per coppie di fatto

 
Notiziari TV
Ansatg delle ore 12

Ansatg delle ore 12

 
Calcio TV
E Simy fa Ronaldo

E Simy fa Ronaldo

 
Meteo TV
Previsioni meteo per giovedi', 19 aprile 2018

Previsioni meteo per giovedi', 19 aprile 2018

 
Italia TV
Colpo alla rete di Messina Denaro

Colpo alla rete di Messina Denaro

 
Spettacolo TV
Il narcos piu' famoso

Il narcos piu' famoso