Cerca

Potenza, torna a città un pezzo di storia riapre villa del prefetto

Potenza, torna a città un pezzo di storia riapre villa del prefetto
POTENZA - Riapre la la storica villa del Prefetto a Potenza. Resterà fruibile fino al 31 ottobre. «A conclusione dei lavori di messa in sicurezza e parziale recupero funzionale del parco che più di ogni altro rappresenta la struttura urbana della città e il polmone verde del centro storico - dice il presidente della Provincia di Potenza, Nicola Valluzzi - abbiamo deciso di riaprirlo e farlo scoprire ai tanti ragazzi che non lo hanno mai visto e ai potentini che invece lo hanno vissuto frequentato e che a distanza di tanti anni lo ricordano con nostalgia. La villa necessità di ulteriori interventi di recupero e riqualificazione - conclude Valluzzi - ma abbiamo voluto lo stesso promuoverne l'unicitá e l'esclusiva bellezza».

La villa - che sarà aperta tutti i giorni dalle 8 alle 18.30 - è importante anche per le tante associazioni che in questi ultimi mesi hanno chiesto informazioni e hanno sempre voluto, come tantissimi cittadini la riqualificazione di uno dei luoghi simbolo della città. «Rimango della convinzione - sostiene ancora Valluzzi - che la gestione di questo parco urbano non possa essere più pubblica, ma devono intervenire le associazioni, i privati, i cittadini e, perché no, inserendo anche qualche attività al suo interno».

Lo storico «polmone verde» di Potenza, dunque, riapre. Ma al suo fianco resta nell’oblìo un altro pezzo di storia della città: l’ex cinema Ariston. La situazione comincia ad essere intollerabile anche perché la struttura abbandonata genera problemi dal punto di vista igienico-sanitario. Che cosa si aspetta a ristrutturare l’edificio? Diversi anni la famiglia Giuzio rilevò il locale con un progetto, redatto dalla precedente proprietà, che prevedeva la realizzazione di una multisala cinematografica, di parcheggi e di attività commerciali. In corso d’opera (i lavori cominciarono) i Giuzio decisero, su sollecitazione dell’allora amministrazione comunale, di proporre una variante legata a questioni strettamente tecniche e burocratiche. Da allora il progetto si è incagliato.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400