Cerca

Potenza, il dissesto lascia al buio interi quartieri

Potenza, il dissesto lascia al buio interi quartieri
LORENZA COLICIGNO
POTENZA - La città di Potenza è al buio! Questa la reazione di chi, affacciandosi per motivi diversi verso le 4 di mattina, volga il proprio sguardo intorno, lungo le strade cittadine fino alle contrade dove un tempo erano ben visibili lunghi serpenti di luci. Può essere una situazione che crea emozioni capaci di suggerire poetiche divagazioni, e certo lo è, ma sono emozioni di paura: per chi va al lavoro nelle prime ore del giorno a Potenza, infatti, lo spettacolo non è affatto rassicurante. Addetti di ditte di pulizia, guardie giurate, responsabili di bar, forni, viaggiatori, insomma chiunque abbia necessità di muoversi verso le 4 di mattina, da ormai circa due mesi si trova nel buio più totale per le vie della città. Potenza e le sue contrade risentono anche in questo del fatto che “il Comune è in dissesto e bisogna razionalizzare le spese.”.

Se nel capoluogo vi è stata solo una riduzione delle ore di illuminazione, che si sta facendo sentire maggiormente man mano che ritarda il sorgere del sole, le contrade sono andate molto peggio, hanno infatti visto spegnersi del tutto l’illuminazione pubblica, tranne che nelle zone più vicine alle case. E’ chiaro che non si tratta di un problema di carattere puramente “visivo”, è la sicurezza degli abitanti che è messa a rischio. “E' una vergogna, - ci ha detto un’addetta alle pulizie di uffici cittadini – per me uscire nel buio è un rischio e devo farmi accompagnare. Finché non succederà quancosa di brutto, nessuno si farà carico di questa cosa.”. Ci siamo chiesti, anche per i cittadini che ce l’hanno segnalata, quanto durerà ancora questa situazione. La domanda l’abbiamo rivolta a Luigi D’Angelo, energy manager del Comune di Potenza, il quale ci ha assicurato che il disagio dovrebbe durare ancora circa un mese.

“Il Comune di Potenza – ha dichiarato D’Angelo, raggiunto da noi telefonicamente - ha ancora un sistema manuale di accensione e spegnimento dell’illuminazione pubblica, sarebbe difficile in questo momento adeguarne ogni 15 giorni, con il progressivo accorciarsi delle giornate, l’orario, essendo circa 385 le leve da manovrare, si è quindi deciso di fissare l’orario alle 4.00, un orario che quando è stato deciso era su una linea media rispetto al sorgere del sole, mentre ora si sta rivelando disagevole per il progressivo ritardo dell’orario di illuminazione solare; se due mesi fa ciò non creava disagio, oggi capiamo benissimo che chi va al lavoro verso quell'ora debba trovarsi nel buio, ma nell’immediato non è possibile modificare l’orario di accensione della pubblica illuminazione. La soluzione è nell’acquisto in corso di orologi astronomici che consentiranno di regolare automaticamente l’accensione delle luci e di produrre il necessario risparmio. Credo che passerà ancora un mese circa, e quindi chiediamo ai cittadini di Potenza e delle sue contrade di considerare questo disagio come temporaneo, mentre si sta facendo quanto necessario per eliminarlo nel più breve tempo possibile.”

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400