Cerca

Contro le trivelle in mare Basilicata ricorre al Tar Lazio Vescovo Ugento: «Chiesa segue il Papa» Boero: «Chi estrae greggio impone costi»

Contro le trivelle in mare Basilicata ricorre al Tar Lazio Vescovo Ugento: «Chiesa segue il Papa» Boero: «Chi estrae greggio impone costi»
POTENZA – La Regione Basilicata ha presentato ricorso al Tar del Lazio – il 7 agosto scorso, "prima di altre Regioni" – per chiedere l’annullamento del decreto ministeriale che "riconosce la compatibilità ambientale della progetto di Enel Longanesi per l’effettuazione di un’indagine sismica in 3D nell’ambito di un permesso di ricerca di idrocarburi nel mare Jonio settentrionale". Lo ha annunciato l’ufficio legale della Regione, attraverso l'ufficio stampa della giunta. Secondo gli avvocati della Regione, "il decreto appare immediatamente viziato da illegittimità ed eccesso di potere, nonchè da vari profili di illegittimità costituzionale, presentando evidenti violazioni di norme costituzionali e trattati internazionali".
In particolare, è stata evidenziata la violazione dell’articolo 117 della Costituzione e anche "il principio di precauzione" perchè non è stata considerato "il rischio dovuto all’impatto sull'ecosistema".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400