Cerca

Basilicata, in estate è tempo di tartufi

Basilicata, in estate è tempo di tartufi
POTENZA - Tra le tante delizie dell’estate, un posto speciale va ai tartufi, celebrati in molte località d’Italia. La Basilicata ha scelto la vigilia di Ferragosto per dedicare al pregiato tubero estivo la XX Edizione della 'Rassegna enogastronomica del tartufo e dei vini lucanì, che si terrà a Marsicotevere in provincia di Potenza, il 14 agosto. "E' una festa che fin dalla sua prima edizione - spiegano gli organizzatori - ha riscosso un grande successo di pubblico: si calcola infatti che ogni anno sono presenti circa cinque-seimila persone che invadono le piazze e le viuzze caratteristiche del paese per gustare i piatti tipici della cucina con il tartufo, preparati in modo gustoso dai vari ristoranti della Provincia di Potenza". Obbiettivo principale di questa manifestazione è quello di valorizzare, diffondere e pubblicizzare un prodotto, il tartufo, molto pregiato e richiesto dal mercato e presente in Lucania. Soprattutto in Val D’Agri e nella montagna del Volturino se ne raccoglie di ottima qualità e di vario tipo.

Non solo. "Prossimamente - annuncia Vita - inizierà un percorso simile di conoscenza del nostro tartufo anche con il Sud America (Argentina, Brasile, Uruguay e Cile)". L'attenzione sul tartufo lucano sarà tenuta alta anche grazie a un altro evento, 'La fiera del tartufo lucano e della Val d’Agrì, in calendario in autunno sempre a Marsicovetere (Villa D’Agri) "Quest’iniziativa può anche essere una prospettiva interessante per lo sviluppo commerciale (ad oggi non prevedibile) di un nuovo prodotto, dalle grandi potenzialità, come il tartufo, che si sta sempre più radicando nella nostra terra", conclude Vita.
Quest’anno parteciperanno alla Rassegna ben quattordici ristoranti e a fine serata, dopo il dibattito, sarà festeggiato il ventennale della Rassegna enogastronomica.

TARTUFI IN BASILICATA - Il migliore è certamente il tartufo nero Uncinato, ma non bisogna neanche dimenticare altri tipi di tartufo abbastanza richiesti (in alcune zone della Valle è presente anche il tartufo bianco). I piatti cucinati con il tartufo potranno essere gustati unitamente ai vini lucani.
"La rassegna di Marsicotevere - afferma il consigliere della provincia di Potenza, Giovanni Vita, da sempre tra gli organizzatori della manifestazione - rappresenta per la nostra comunità il veicolo pubblicitario determinante per la diffusione non solo dei prodotti tartufo e vino, ma anche di altri prodotti, come il prosciutto, i biscotti e il formaggio. Per questo alcuni piatti saranno cucinati con un mix tutto originale tra prosciutto e tartufo e tra formaggio e tartufo".
"La rassegna permetterà inoltre a tutti i visitatori di conoscere e ammirare le bellezze storiche e naturalistiche delle quali è ricco l’intero territorio di Marsicovetere, della Valle dell’Agri e del Monte Volturino - spiega Vita - e darà impulso a una sempre e più qualificata promozione dell’offerta turistica del territorio. La nostra proposta è di far sì che la Regione Basilicata, la provincia di Potenza (che unitamente al Comune di Marsicovetere patrocina la manifestazione), il Parco Val d’Agri e il Gal Akiris cerchino di creare, in collaborazione e coordinamento con tutti i paesi della Valle, un marchio di qualità per il nostro tartufo e per altri nostri prodotti, nonché instaurare anche scambi commerciali con l’estero, come si sta già facendo con l’Australia".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400